Crea sito

Pasta frolla senza burro

Una delle regine della pasticceria, sicuramente la pasta frolla! E’ un composto base, fatto di solito da farina, zucchero, burro, e uova in quantità diverse, bilanciato per ottenere biscotti, crostate ed altro.
Non sempre però è possibile mangiare le uova, infatti sono tantissimi gli allergici e gli intolleranti. Lo stesso dicasi per il burro.
La mia versione di pasta frolla senza uova, si può realizzare sia con il burro che con la margarina.
In questa specifica ricetta, io ho utilizzato una speciale margarina autoprodotta da me in casa (vi prometto che, appena riesco a farvi un video per spiegare questo procedimento complesso, ve lo metto qui sul blog).

pastafrolla vegan
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Strumenti

  • 1 Planetaria
  • 1 Gancio a foglia

Preparazione

Io utilizzo quasi sempre il metodo sabbiato.
  1. Il metodo sabbiato è uno dei metodi per impastare la pasta frolla. E’ sicuramente quello che conferisce una struttura più friabile e compatta al tempo stesso.

    Una sabbiatura regolare dell’impasto dev’essere fatta in un’impastatrice poiché a mano risulterebbe un compito molto difficile: accessorio indispensabile la foglia (chiamata anche scudo, k ecc.).

    Si incomincia miscelando a medio-bassa velocità la farina il lievito ed la margarina oppure il burro a cubetti (quest’ultimo che sia appena tolto dal frigorifero, non morbido): in questa fase le particelle della farina vengono ricoperte dal grasso rendendo la farina impermeabile. Come si capisce che questa fase sia arrivata al punto ottimale? Semplicemente farina e burro si trasformano in un composto simile alla sabbia, per capirci con lo stesso aspetto del formaggio grattugiato,a questo punto vi si aggiunge lo zucchero, gli aromi ed il sale.

    Tempo 1 minuto e la frolla sarà impastata perfettamente, quasi si stacca dalle pareti.

    Buttate il composto sul tavolo e compattatelo in un panetto, aiutandovi con le mani.

    La vostra pasta frolla è già pronta per qualunque utilizzo.

Conservazione

Questo tipo di frolla, non contenendo uova crude, può essere conservata in frigo per parecchi giorni prima di essere utilizzata.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara Serafina Caputi

Vivo a Reggio Calabria ed ho fatto della mia passione per i dolci, un lavoro. Dopo gli studi umanistici, sono Laureata in Storia dell'Arte, e dopo avere fatto vari lavori come guida turistica ed agente di viaggi, ho ripreso ad esprimere la mia creatività con zucchero e farina. Lavoro come aiuto pasticcere ma mi definisco soprattutto una Pastry Decorator. I dolci sono un bene di grande soddisfacimento e quindi si mangia prima con gli occhi e poi con il palato.