Suvereto “Non solo Olio” – parte prima

Suvereto

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifQuesto articolo apre il racconto di questa fantastica esperienza nella val di Cornia, in provincia di Livorno.
Cominciamo dal principio.

SUVERETO

Il comune di Suvereto è uno splendido borgo medievale le cui origini risalgono a prima dell’anno 1000.
SuveretoDa questa foto potete scorgere, quasi fosse una cartolina, una piccola porzione di Suvereto. Qui appare una veduta dall’alto della nostra finestra al “Chiostro” si cui parleremo presto, la stessa veduta notturna, qualche scorcio del paese e della Rocca che osserva il paese dall’alto della sua imponenza.


 

Dato che sono i cittadini di solito a fare la città, come non parlare del primo e del più rappresentativo dello spirito di Suvereto: il sindaco Giuliano Parodi.

Giuliano Parodi Suvereto

Chi se lo sarebbe mai aspettato un sindaco che ti porta su le valigie?

Ecco la prima frase che abbiamo detto a Giuliano, proprio perché ci ha accolti in prima persona al nostro alloggio, contribuendo a farci capire lo spirito di Suvereto.

All’interno del borgo è apprezzato per la battaglia (vinta) che ha portato avanti all’interno del paese, come condottiero di un popolo attaccato alle proprie tradizioni e volenteroso di distinguersi per la capacità di conservare, nelle migliori condizioni, quel che c’è di bello del proprio territorio.
Senza però addentrarci nelle questioni politiche, abbiamo potuto fare la conoscenza di parte della giunta comunale del paese.
Ragazzi volenterosi e pieni di idee, capitanati dal vicesindaco Jessica, affiancano il sindaco e ne supportano la straripante fantasia che non si ferma agli ideali, ma sfocia in tutte le attività che testimonia il programma degli eventi 2014 (e come preannuncia quello del 2015).
Questo il paese lo apprezza, infatti, se si va chiedendo nei negozietti e per le strade, i cittadini si dimostrano molto attaccati al proprio borgo e dopo essersi presi parte della gloria per esserselo tenuto così bene, ne lasciano il resto al Sindaco e a tutta l’amministrazione, che combatte e si fa voce del pensiero di tutti i suveretani.

NON SOLO OLIO

Arriviamo quindi all’evento per cui siamo giunti in questa piccola isola felice : “Non solo olio”.
Veniamo soprattutto al nome.
Dall’intervento nel convegno del Sindaco, abbiamo capito quanto l’olio d’oliva sia sottovalutato.

Olio come alimento, non solo come condimento.

Perché l’olio non è considerato al pari del vino, per il quale si spendono centinaia e centinaia di euro a bottiglia, ovviamente pretendendo una certa qualità.
Il loro olio questa qualità ce l’ha, perché non premiarla?

E’ su questo che si basa l’evento che dura tre giorni e che vede come protagonista l’olio d’oliva a Km0 prodotto dalle aziende locali di cui parleremo negli articoli successivi.

Suvereto non solo olio

 

L’evento si divide in tre giornate:

  • FESTA DELL’ALBERO – 21 Novembre:
    in collaborazione con la scuola del paese, si cerca di avvicinare quanto più possibile le generazioni future alla natura, che si vedono impegnate nella tutela e la valorizzazione del patrimonio boschivo nazionale.
  • L’ORO DI SUVERETO – 22 Novembre:
    Il convegno o, come ha voluto sottolineare il prof.Alfredo Massart, il seminario, è l’occasione rarissima in cui si incontrano personalità affini e lontane all’olio d’oliva.
  • TUTTI NEL BORGO – 23 Novembre
    La città si apre al mercatino di prodotti a KmZero e a spettacoli itineranti per le vie dalla città.

Suvereto

…to be continued



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.