Struffoli

Struffoli

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifQuando arrivano le feste, nella mia famiglia, si apre il vecchio librone delle ricette, dove ogni preparazione è corredata di nome (o nomignolo) di chi ce l’ha gentilmente fornita.

Oggi faremo gli struffoli. Più e più ricette, che differiscono tra loro per qualche grammo di farina o di scorza di limone.
Ognuna ha la sua identità, la sua storia.
Ognuna viene da una famiglia e ce ne racconta le abitudini.

La ricetta di oggi è della paesana.
Questo termine sta per “compaesana” e per la precisione, la compaesana della mia bisnonna.
Una signora sarda che, per qualche strano caso, si è trovata, come la mia bisnonna, si è trovata in campania e evidentemente avrà esportato la sua ricetta degli struffoli.

INGREDIENTI

  • Farina 500g
  • Uova 4
  • Olio di semi 4/5 cucchiai
  • Sale 1 pizzico
  • Anice un bicchierino
  • Limone grattugiato
  • Bicarbonato “una punta di coltello” sciolto in poca acqua

PROCEDIMENTO

Mescolare la farina con le uova e i cucchiai di olio d’oliva.
Aggiungere il pizzico di sale, l’anice e il limone grattugiato che, vi assicuro, si sentiranno parecchio a struffoli pronti.

Aggiungere anche un pizzico di bicarbonato sciolto veramente in una goccia d’acqua.
Mescolare vigorosamente e rigorosamente a mano, perché rischiate che l’impasto venga troppo colloso.

Formate una pallottola e fatela riposare in frigo per almeno un’ora, ricoperta di pellicola trasparente.

Tagliate a tocchetti l’impasto e, con l’aiuto dei palmi delle vostre mani (e di quelle dei vostri amici) formate dei salsicciotti sottili quanto un mignolo, ma senza l’aggiunta di altra farina.

StruffoliTagliate tocchetti abbastanza piccoli cercando di farli tutti uguali.
Contate che si gonfieranno parecchio in cottura, quindi, se vi piacciono molto piccoli, tagliateli di una misura in meno.

Fate riscaldare l’olio in un pentolone e, quando sarà arrivato a temperatura, buttatene una manciata alla volta.
Appena saranno leggermente bruniti, tirateli e scolateli in un contenitore foderato di carta assorbente.
Continuate così fino alla fine della vostra pasta.

In un altro pentolone fate sciogliere del miele.
Circa 300g di miele e 100g di zucchero semolato.
L’aggiunta dello zucchero serve a far cristallizzare il miele su ogni struffolo ed evitare che coli tutto in basso.

Quando sarà ben sciolto, aggiungerci tutti gli struffoli e mescolare con molta attenzione, cercando di far arrivare il miele su ogni chicco.

Stesso nel pentolone, aggiungere anche i cristalli di zucchero colorati e a chi piace, anche delle scorzette d’arancia e canditi vari.

Versarli in un piatto e cercare di dar loro la forma desiderata.

Struffoli

 

Ed ecco pronti i vostri buonissimi struffoli fatti in casa.

Buon appetito
Cesca

BERSINI – IL MONDO DELLA CARTA

collaborazioni



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.