Parmigiana di carciofi

carciofi

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifSiamo abituati ad intendere la parmigiana in senso stretto, come quel contorno (in realtà sarebbe sostanziosa quanto un secondo) formato da melanzane più o meno fritte, condito con pomodoro, scamorza e basilico.

Ognuno modifica la ricetta a modo suo, c’è chi pana le melanzane nell’uovo prima di friggerle, e chi le arrostisce solamente per ottenere un piatto più light.

Qui potete trovare le nostre versioni della parmigiana classica:

PARMIGIANA LIGHT

PARMIGIANA IN PIEDI

A queste oggi se ne aggiunge una terza ed è la simpatica parmigiana di carciofi.
Il procedimento è lo stesso, ma il gusto vi stupirà.

INGREDIENTI

  • Carciofi (dipende dalla grandezza della vostra teglia)
  • Provola o fior di latte
  • Sugo di pomodoro
  • Basilico
  • Parmigiano
  • Uova per impanare
  • Farina

PROCEDIMENTO

Per preparare la parmigiana, bisogna cominciare col pulire i carciofi.
Se avete dei carciofi freschi e interi, togliete la parte esterna che potrà risultare troppo dura da mangiare intera e ricavate il cuore di carciofo.
Lavatelo e lasciatelo a bagno con acqua e fette di limone.

Se avete già i cuori surgelati, potete usare quelli, ma dovete asciugarli bene una volta scongelati, o inumidiranno troppo la vostra parmigiana.

Una volta selezionati i carciofi da usare, tagliateli a spicchi e tamponateli con un panno.
Dovrete eliminare tutta l’acqua che hanno assorbito o potranno compromettere la riuscita del piatto.
Preparate della farina e un uovo e metteteli in due piattini diversi: questa sarà la postazione di panatura.
Fate riscaldare una padella con abbondante olio e cominciate a panare i vostri carciofi.

Passateli prima nella farina, e poi nell’uovo.
Quindi friggeteli e lasciateli asciugare su carta assorbente.

Noterete che saranno diventati ben dorati e l’uovo si sarà leggermente gonfiato.

Ecco la base per la vostra parmigiana.

Procuratevi una teglia abbastanza alta e cominciate a stratificare la salsa di pomodoro, i carciofi, il formaggio e il parmigiano.
Ancora una volta la salsa, i carciofi, e così via fino a riempire la teglia.

Finite con un mestolo di salsa e del parmigiano per far incroccantire il tutto.

Cuocete a 200° finché non sarà ben dorata in superficie e lasciate riposare per una decina di minuti.

La parmigiana non va mangiata bollente, anzi, più riposa e meglio è.

carcioficarciofi

Buon appetito
Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.