La mia intervista su RadioDeejay

Radio Deejay

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifRadio Deejay
Scrivo questo articolo per raccontarvi della mia bellissima esperienza avuta con RadioDeejay.
E’ una stupidata, ripeto, ma voglio ricordarmela e metterla nel mio curriculum di cose da ricordarmi.

Tutto partì da una mail mandata per caso.
Infatti, spesso, quando ascolto la radio, sento che nei programmi della Pina c’è qualcuno che viene intervistato per parlare della propria attività e gli viene fatta della pubblicità, invitando gli ascoltatori a mettere mi piace alla sua pagina o magari a visitare il suo sito.

Senza la minima aspirazione, mando una mail a diretta Deejay, in cui parlo del mio blog e della mia attività di foodblogger amatoriale.

IERI!

Oggi, mi chiama un numero sconosciuto e mi sento rispondere da RadioDeejay.
Immaginate la mia faccia impietrita, quando alle 12.35 del mattino (si, per me è ancora mattino), in pigiama, struccatissima, mentre mi accingevo a scrivere l’ultimo capitolo della tesi, mi arriva questa chiamata inaspettatissima.

Mi dicono che quanto descritto nella mail era molto interessante e se mi avesse fatto piacere, mi avrebbero richiamata nel pomeriggio, intorno alle 17.

Io, sempre con la stessa faccia impietrita e le mani ghiacciate come se avessi appena stretto le mani a un dissennatore, mi rimetto a sedere fissando il pc, quasi come se avessi visto un fantasma.

No, dai, che figura! Non lo voglio dire a nessuno

Ma nel giro di dieci minuti l’avevo detto solo a:
Marco, mia madre, Jessica, Tommaso, Pasquale, Francesco (e di conseguenza tutta Roma e provincia), Simona e tutta Bari, Simona 2, Luciano, la signora di fronte, ribadito a Jessica, detto a Pasquale di registrarmi, detto a Marco di non ascoltarmi perché avevo vergogna, detto a Gabriella che saremmo diventate famose e avremmo guadagnato un sacco di soldi che ci avrebbero permesso di non lavorare per tutta la vita.

E penso di aver rifatto il giro per più e più volte.

La risposta della quasi totalità è stata

CHE?? E COME MAI??

E io balbettando nelle mille registrazioni di Whatsapp, ho detto che mi avrebbero chiesto delle cose riguardanti il blog e bla bla bla.

Alle 16, cuffie nelle orecchie e pc sintonizzato su RadioDeejay, comincio ad ascoltare Tropical Pizza con Nikki, programma su cui sarei andata in onda poco più di un’ora dopo.

I GUNS N ROSES! Che bella musica! E poi avrebbero passato me!!
CHE FIGURA!!!

Scaccio tutti dalla stanza e dalla casa per evitare di far rumore.
Mi raccomando col cane per non farlo abbaiare (inutilmente) e mi preparo a ricevere la “chiamata”.

Ed ecco che succede il miracolo!
Erano le 17 e il blog contava 350 visualizzazioni.

Ecco, sono in onda!

Dopo l’intervista ho chiamato tutti e ricevuto millemila messaggi di complimenti.
Anche da fan di vecchia data, come Anto (devoto a me e alle mie ricette fin dalla notte dei tempi).

Sei stata scioltissima!

Ma davvero? Io avevo la pipì incontenibile dei bambini il primo giorno delle elementari!

Comunque tutto è bene quel che finisce bene.

ORE 21.14
2600 VISUALIZZAZIONI!

Come mi ha appena detto il buon Tommaso, spero sia l’inizio di qualcosa.
Qualcosa di più grande.
Qualcosa di bello!

Ma io sono certa che anche se non ci sarà il boom, se non andrò a condurre un programma su FoxLife anch’io, questa esperienza mi rimarrà impressa tantissimo e me ne ricorderò ogni volta che ascolterò la radio.

Esperienza bellissima, anche perché il nostro sushi mediterraneo ora è famoso!

sushi

Ringrazio tutti quelli ci hanno visitato oggi e tutti quelli che continueranno a farlo!
Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.