Expo 2015 | La mia esperienza

expo

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifE’ finalmente arrivata la data tanto ambita per visitare l’Expo.

C’era molto da festeggiare (il mio compleanno, prima di tutto) e avevamo bisogno di un po’ di relax dallo stress degli esami.
Ecco che comincia una nuova avventura.

La prima novità è Italo che a quanto pare ferma direttamente a Rho, a due passi da uno degli ingressi dell’esposizione.
All’ingresso ci sono dei controlli, proprio come all’aeroporto, ma molto più tranquilli: bisogna posare la borsa sul nastro e passare attraverso il metal detector. Non c’è bisogno di togliere collane e braccialetti, l’unica accortezza che chiedono è non portare bottigline d’acqua piene. Io l’ho messa ben in vista, ed era piena a metà, e non hanno avuto problemi a lasciarmela portare.
Una volta superati i controlli, ci sono gli ingressi dove esibire i biglietti (sia elettronici, che stampati).

Ed ecco che comincia il sito espositivo!
Vi incamminerete in un viale che costeggia il sito, dove si trovano tanti banchetti con dei volontari che vi spiegano come funziona, vi forniscono le mappe e rispondono a qualunque vostra domanda. Troverete anche qualcuno che vende dei “passaporti”, al modico prezzo di 5€ vi forniranno un libretto che potrete far timbrare all’uscita di ogni padiglione con il timbro ufficiale del paese. Sarà un bel ricordo da portare a casa.

Una volta entrati, vi si parerà davanti una lunghissima strada, che a vista pare non avere fine. Questa è il Decumano, la strada principale ai lati della quale sono posti i diversi padiglioni.

Ecco un link dove scaricare in anticipo la mappa: http://www.expo2015.org/it/esplora/sito-espositivo

Ora sta a voi decidere quali padiglioni visitare. Sicuramente se volete visitarli tutti, c’è bisogno di più giorni, quindi se come me sarete lì un solo giorno, vi conviene stilare un programma prima.

Diamo un’occhiata ai padiglioni che ho visitato (non tutti, perché le foto avrebbero intasato il blog).

expo
Padiglione Brasile
expo
Padiglione Corea, il più tecnologico
expo
Padiglione Malesia
expo
Fontana del padiglione Thailandia
expo
Padiglione Cina
expo
Empanada del padiglione Argentina 4,5€
expo
Padiglione Russia
expo
Padiglione USA con annessi truck per celebrare il 4 Luglio
expo
Panino pulled pork con patatine: menù 11€

Ecco alcune delle attrazioni più belle. Ma adesso passiamo alle cose pratiche:

L’Expo è continuamente circumnavigato da un bus navetta che vi accompagnerà a diverse altezze. Questo è molto importante soprattutto in giornate calde, in cui camminare a piedi può essere non poco stancante.

A proposito di caldo! Dietro ogni padiglione, ci sono delle fontane gratuite per poter riempire la propria bottiglina con dell’acqua. Noterete sopra ogni fontana delle onde, quelle con le bollicine, erogano acqua frizzante (troppo per i miei gusti), le altre, acqua liscia.

Per quanto riguarda il cibo, è bene testare molti piatti. Troverete in internet una lista dei ristoranti tipici, ma se volete spendere poco (relativamente) e non saziarvi di un solo pasto, potete provare degli stand che si trovano nei pressi di ogni nazione e assaggiare uno o due prodotti tipici.
Ad esempio: in Argentina servono molti piatti, tra cui le empanadas, in Belgio servono le patatine, in Olanda i mini pancakes, in Cina il ramen, in Messico molti cocktail e tacos, in Cile bibite tipiche. Comunque in un giorno o due riuscirete a testare molti piatti tipici che in Italia non riusciamo a trovare.

Una volta concluso il Decumano, che ricordiamo è la strada principale, vedrete che questo viene attraversato perpendicolarmente da una strada, chiamata Cardo.
Il cardo è l’intero padiglione Italia. Molti si sono lamentati dell’ufficiale padiglione italiano, in quanto spoglio e poco rappresentativo, senza pensare che l’italia viene spiegata in tutte le sue regioni lungo tutto il Cardo.

In Abruzzo potrete assistere a molti balli tipici, nel padiglione del vino potrete partire dalle origini romane del vino, nei padiglioni dei grandi marchi italiani, come Citterio, potrete assaggiare salumi, oppure Martini, potrete sorseggiare il vostro drink in terrazza.

Vi consiglio di visitare il Fab Food, il padiglione promosso da Confindustria che insegna in modo interattivo, attraverso giochi e schermi touch, le curiosità sul cibo.

Ed ecco che la nostra visita finisce, proprio al clou del sito: l’albero della vita.

expo

Ogni ora sarà possibile vedere uno spettacolo musicale, tutti seduti attorno all’albero, a sentir musica e a rinfrescarci con i piedi a mollo nell’acqua.

Giudico quest’esperienza davvero formativa dal punto culturale, e vorrei dire a tutti quelli che si sono lamentati, dicendo “Eh, ma non si mangia”, credendo che l’Expo fosse un sito di assaggini gratuiti, che questa è un’opportunità di viaggiare per il mondo, senza muoversi dall’Italia, che tutti dovrebbero sfruttare almeno come base di conoscenza di altre culture.

Sembra di essere all’estero

Proprio perché si incontrano persone provenienti da ogni parte del mondo che arrivano in Italia fieri della propria cultura e vogliosi di conoscerne altre, ma soprattutto di venire in Italia, centro gastronomico mondiale e, in questo caso, porto di accoglienza di mille culture.

E’ proprio un’occasione da non lasciarsi sfuggire.

Eccovi il listino prezzi dei biglietti: http://www.expo2015.org/it/biglietti/tipologie-di-biglietto/listino-prezzi-biglietti

Ma per chi come me è socio Coop, ha la possibilità di acquistarli a prezzo ridotto, (23€ invece di 35€): http://www.e-coop.it/expo-2015. Basta solo inserire il numero della tessera socio e verrà applicato lo sconto. Vi verrà data la possibilità di comprare fino a 15 biglietti scontati!

Allora? Che aspettate ad andarci?

expo

 

Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.