Crea sito

Colomba di Pasqua, ricetta tradizionale

La colomba di Pasqua è stato un evento del gruppo Fan di Giallozafferano su facebook, organizzato dalla bravissima Ilaria Frega del blog Forno e Fornelli, supportata dalla mitica Nunzia Bellomo del blog Miele di Lavanda (a proposito: vi consiglio di visitare i loro blog, sono davvero bravissime!).

Si trattava di cucinare tutti insieme, blogger e appassionati, seguendo tutti la stessa ricetta, confrontandosi e fotografando ogni passaggio della nostra preparazione, fino al risultato finale: davvero divertente 🙂

Ecco la mia colomba di Pasqua:

colomba di Pasqua

Ecco cosa ci servirà per realizzare la colomba di Pasqua:

stampo per colomba, anche in carta

240 g di FARINA MANITOBA

40 ml di LATTE

12 g di LIEVITO DI BIRRA FRESCO

130 ml di ACQUA

140 g di ZUCCHERO SEMOLATO

100 g di BURRO

210 g di FARINA 00

2 UOVA + 2 ALBUMI

1 bustina di VANILLINA

5 g di SALE FINO

CANDITI, UVETTA o GOCCE DI CIOCCOLATO

80 g di ZUCCHERO A VELO

MANDORLE

GRANELLA DI ZUCCHERO

Ma vediamo insieme come è andata.

Ci siamo ritrovate alle sedici e abbiamo proceduto col primo impasto.

Ho fatto scaldare appena il latte. Ho sbriciolato il lievito in una ciotola, quindi l’ho fatto sciogliere col latte tiepido. Ho unito 40 g di manitoba. Ecco l’impasto ottenuto con cucchiaio di legno e poi rilavorato con le mani, su consiglio di Ilaria, per formare un panetto:

colomba di pasqua primo impasto

Ho sigillato con la pellicola il mio impasto nella ciotola, e messo a lievitare nel forno con la sola luce accesa per un’ora. Ed eccolo lievitato:

colomba di pasqua lievitazione 1 impastoHo fatto sciogliere molto bene questo impasto con l’acqua intiepidita, quindi ho incorporato altri 100 g di manitoba:

colomba di pasqua secondo impasto

L’impasto è risultato un pò liquido, ma niente paura. Ho coperto di nuovo con la pellicola, e di nuovo in forno con la sola luce accesa per un’altra ora.

colomba di pasqua lievitazione 2 impasto

A questo punto ho aggiunto altri 100 g di manitoba, 20 g di zucchero semolato e 20 g di burro a temperatura ambiente e impastato mescolando energicamente con un cucchiaio di legno:

colomba di pasqua terzo impasto

Questa volta il composto risulta appiccicoso, a detta di Ilaria e Nunzia vuol dire che sta lievitando bene: quindi di nuovo coperto dalla pellicola e di nuovo in forno con la sola luce accesa, sempre per un’ora.

colomba di pasqua lievitazione 3 impasto

Questa volta incorporo al composto la farina 00, 2 uova intere, il restante zucchero semolato, il restante burro a temperatura ambiente, una bustina di vanillina e 5 g di sale. Impasto energicamente e unisco 150 g di gocce di cioccolato (potete usare cedro candito e scorze di arancia candite, uvetta sultanina fatta rinvenire nel rum, ecc., secondo i vostri gusti).

colomba di pasqua quarto impasto

Questo impasto è molto appiccicoso, ma lo copro di nuovo e di nuovo in forno con luce accesa, ancora un’ora.

Trascorso questo tempo, su una spianatoia infarinata, e infarinandomi le mani riprendo l’impasto e lo lavoro energicamente con pochissima farina per dividerlo prima in due parti. Stendo la prima parte in una sorta di rettangolo e lo avvolgo a “salsicciotto”, quindi lo posiziono al centro del mio stampo, con il lato aperto rivolto verso il basso, in modo che costituisca il corpo della mia colomba di pasqua. 

Divido la parte rimanente in due e procedo a formare due “salsicciotti” più piccoli per formare le ali:

colomba di pasqua nello stampo

Questa volta senza coprire e senza accendere la luce, lascio la mia colomba di pasqua in forno per tutta la notte.

Trascorsa la notte, la colomba di Pasqua si presenta così:

colomba di pasqua ultima lievitazione

Preparo la glassatura sbattendo gli albumi con lo zucchero a velo e la spalmo sulla colomba senza far sgonfiare l’impasto lievitato, ci spargo sopra le mandorle e la granella di zucchero. Ora posso infornare, in forno caldo a 200° per una decina di minuti, per poi ridurre la temperatura a 180°, cuocendo altri venti minuti. Spengo e tiro fuori dal forno la colomba di pasqua e la lascio raffreddare completamente su una gratella.

Segui Chez Bibia anche su facebook! Clicca QUI  e metti “Mi piace” 🙂

Pubblicato da chezbibia

Chez Bibia è il blog di cucina di Fabiola, mamma, moglie e casalinga, grande appassionata di cucina che adora raccontare le ricette provate o improvvisate, testate dalle sue bimbe e da suo marito (tutti vivi e in ottima salute!!!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.