Perseghi in tecia

perseghi-in-tecia

I perseghi in tecia (i perseghi in dialetto veneto sono le pesche) sono un dolce molto buono e super calorico. Ecco un’altro piatto della tradizione famigliare! Da quando mi ricordo, mia mamma, me li preparava ogni anno da mangiare rigorosamente con il pane o la polenta. La preparazione è facilissima e se ne avanzate fate le porzioni da mettere in cella che, con il freddo invernale, queste pesche ti sanno scaldare la pancia e il cuore!

Ingredienti :

  • 6 Pesche mature
  • 100 g Burro
  • 400 ml di Vino bianco
  • 60 g di Zucchero

Iniziamo lavando accuratamente le pesche. Tagliatele a metà e togliete il nocciolo interno. Successivamente disponete le sei metà in una casseruola.

perseghi-in-tecia

All’interno di ogni buco lasciato dal nocciolo mettete un cucchiaino di zucchero. Irrorate il tutto con il vino bianco e mettete il burro tagliato a dadini. Cuocete le vostre pesche coperte per circa 40 minuti a fuoco medio. Lasciate gli ultimi 10 minuti la pentola scoperta in modo da far addensare il sughetto. Servite calde e buon appetito!!!

Ed infine…

I perseghi in tecia sono un classico della cucina di casa nostra. Da noi si mangia accompagnato da pane o polenta anche come piatto unico, ma se lo usate come dolce, potete servirlo con una pallina di gelato o della panna montata. La ricetta, per i più golosi chiama, con il cucchiaino di zucchero, anche un’amaretto al centro della pesca, io non lo metto perché a mio marito gli amaretti non piacciono. Provateli e fatemi sapere!

Prova anche gli altri dolci nel blog, tutti da leccarsi i baffi!!!
Ed infine rimani aggiornato su tutte le mie attività e ricette mettendo mi piace sulla mia Pagina Facebook. Condividi gli articoli per tenerli sempre nella tua bacheca, e non dimenticare di seguirmi su Instagram. Grazie mille e alla prossima ricetta!!!!