Cacio e pepe

Oggi vi racconto una storia. La storia di come un piatto catalogato come di facile esecuzione per me sia stato un piatto difficilissimo! Il piatto più difficile che abbia mai preparato, la cacio e pepe che, con i Spaghetti alla Carbonara e i Bucatini all’Amatriciana sono i pilastri della cucina romana! Letto ricette, seguito tutorial, chiesto consigli ai romani più doc del pecorino… ma niente! Fallita per ben 4 volte di fila! Quando troppo pepe, quando la crema non viene, quando entrambe le cose, ed infine viene tutto ma non è equilibrata! Insomma se doveste chiedermi, per me questo è uno dei piatti più difficili in assoluto. Una vera impresa. Poi scopro il vero segreto e cioè conoscere il prodotto. Il pecorino romano va stagionato, ma non troppissimo. Il pepe se è vecchio è tanto forte se fresco meno. Da qui la combinazione per ottenere un piatto, non dico perfetto, ma quasi!

cacio-e-pepe

Ingredienti:

  • 400 g di Spaghetti
  • 200 g di Pecorino romano stagionato
  • 2 cucchiai di Pepe in grani circa

Iniziamo grattugiato il pecorino, e lo mettiamo da parte. Nel frattempo mettete una pentola con non troppa acqua sul fuoco e salate un po’ meno di quello che userete normalmente. Appena raggiunge il bollore calate la pasta. Nel frattempo pestate i grani di pepe con un mortaio successivamente passateli in una padella calda molto grande (dove poi finiremo la cottura della pasta) e tostateli leggermente. Aggiungete mezzo mestolo di acqua della pentola, quando comincia a fare le prime bolle bianche e cuocere.

cacio-e-pepe

Quando la pasta ha cotto per metà del tempo indicato, toglietela dall’acqua, conservando l’acqua di cottura e finite di cuocerla in padella. Nel frattempo con l’acqua conservata prepariamo anche la nostra crema. Aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda (non bollente) e mescolate fino ad ottenere una crema. Ora la pasta sarà cotta, toglietela dal fuoco e mantecatela con la crema di pecorino. Servite e buon appetito!

Ed infine…

Sembra molto facile detta così! Ed è così se conoscete bene il prodotto. Quindi il mio consiglio è assaggiate tutto, pepe compreso. Il pecorino se è troppo forte aggiungete un po’ di parmigiano (sempre stagionato) anche se la tradizione non lo vuole! Assaggiate anche il pepe. La mia prima cacio e pepe ho dovuto buttarla, troppo troppissimo forte!!!! Una cosa esagerata. Meglio un po’ di pepe in meno e poi aggiungerne sopra a fine cottura che troppo forte.

Infine due trucchetti. Meno acqua per cuocere la pasta, perché l’amido rilasciato viene più concentrato e facilita la formazione della cremina e la mantecatura, e meno sale perché il pecorino è già molto saporito di suo, rischiamo venga troppo forte!

Ed ora… (rullo di tamburi) piatto di scena contro piatto mangiato… non credevate veramente che posso vivere mangiando 2 spaghetti arrotolati!!!!

Io vi aspetto su Facebook e Instagram! Venite a trovarmi! Grazie mille e alla prossima!