Vellutata di asparagi con crostini al parmigiano

Ho cucinato una vellutata di asparagi e rucola con crostini al parmigiano, un piatto veloce, di facile realizzazione e dal sapore delicato.

Quella di oggi è stata per me una giornata intensa e piena d’impegni. Ma poi mi sono rilassata cucinando 🙂 e sono così soddisfatta di questa vellutata di asparagi preparata al volo! Ci è piaciuta così tanto, che ho deciso di scrivere subito la ricetta! Eccola qua!

vellutata di asparagi

Vellutata di asparagi con crostini al parmigiano

Ingredienti
1 mazzetto di asparagi
2 patate
1 bicchiere di latte
1 manciata di rucola
acqua q.b.
pepe
8 fette di pancarré (tipo panbauletto)
parmigiano grattugiato q.b.
olio extravergine

Procedimento
Sbucciare e tagliare a pezzetti le patate.

Eliminare la parte terminale degli asparagi (solo l’ultimo centimetro, o poco più).

Lavare gli asparagi strofinandoli sotto un getto di acqua corrente.

Tagliare gli asparagi in tre parti: punte, parte centrale e parte legnosa.

Lasciare le punte intere, tagliare a pezzetti la parte centrale, sbucciare la parte legnosa e utilizzarne l’anima tagliandola a pezzettini piccoli.

E’ una caratteristica degli asparagi, quella d’avere parti più tenere e parti più dure con tempi di cottura differenti. In questo caso, i tempi di cottura non sono restrittivi considerando che il tutto andrà frullato, ma in ogni caso il mio consiglio è di tagliare la parte legnosa in pezzi molto piccoli (o meglio, di tritarla nel mixer).

Se avete fretta di cucinare, in questa ricetta potete usare solo le parti verdi, che cuociono velocemente, e conservare le parti più dure per una preparazione successiva, come ad esempio un sugo di verdure (come questo).

Continuando la preparazione della vellutata di asparagi, porre gli asparagi e le patate in una pentola, coprirli con una quantità d’acqua che ricopra il tutto, diciamo di un paio di dita in più, e portare a bollore. Far cuocere per 15 minuti circa a coperchio semi aperto.

Aggiungere il bicchiere di latte, riportare a bollore e continuare la cottura per altri 5 minuti.

Usando un frullatore ad immersione, frullare il tutto. Aggiungere una manciata di rucola fresca e frullare di nuovo per ridurla a pezzettini.

Se risultasse troppo densa, aggiungere acqua. Se al contrario risultasse troppo liquida, si può aggiungere della maizena, un paio di cucchiaini, frullando nuovamente per evitare la formazione di grumi, mantenendo il tegame sul fuoco ancora per qualche minuto.

Prima di servire la vellutata, preparare i crostini: tagliare a dadini il pancarré e farlo abbrustolire in una padella antiaderente con poco olio, rigirare spesso. Quando i crostini sono quasi pronti, cospargerli di parmigiano in quantità a piacere. Il parmigiano si scioglierà subito a contatto dei crostini e della padella calda. Mescolare i crostini e, volendo, aggiungere altro parmigiano a piacere.

Versare la vellutata di asparagi nei piatti, aggiungere i crostini al parmigiano, un giro d’olio, pepe a piacere e… buon appetito!

Possibili varianti di questo piatto semplice e veloce possono essere:
– aggiunta di mezza cipolla, o una intera se piccola, da far bollire insieme agli asparagi e alle patate
– sostituzione del latte con panna liquida, si otterrà una crema più corposa e più sostanziosa
– sostituzione del latte, o della eventuale panna, con della ricotta come nella vellutata di baccelli di piselli
Senza sale– aggiunta di un po’ di sale a discrezione, che ovviamente io non uso ma questo lo sapete già 😉 Trattandosi di una minestra a base d’acqua, a chi non fosse abituato alla cucina iposodica… dai, una piccola aggiunta di sale gliela concedo! 😀

Ma non dimenticate di leggere i miei consueti consigli!

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto su Facebook!

Se le mie ricette vi piacciono… spero vogliate lasciare il vostro mi piace 🙂

Cliccando qui.

Precedente Buona Pasqua a tutti! Successivo Pesto di rucola e mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.