Quiche ai carciofi con ricotta e patate

Eccomi qui oggi con la mia quiche ai carciofi.
Ho comprato dei carciofi romani bellissimi, grandi, sodi, perfetti, e ho deciso di preparare una quiche, perché fra le tante ricette possibili con i carciofi è una della più apprezzate a casa mia.

Certo, sarà diffusa un po’ in tutte le famiglie, visto che è di semplice realizzazione ed è delicata: la ricotta e le patate ingentiliscono il sapore amarognolo dei carciofi, tanto da poter essere apprezzata anche dai bambini, che solitamente non gradiscono le verdure dal sapore particolare (perlomeno i miei 🙄 ).

Un suggerimento per evitare le possibili proteste dei bambini alla vista delle verdure: frullare il composto 🙂 E’ un espediente che io uso spesso. Chissà perché certi ingredienti non graditi ai bambini poi, una volta frullati, si trasformano magicamente in pasti apprezzati e, soprattutto, mangiati!

La mia quiche di carciofi è semplicissima, fatta con pochi ingredienti semplici. Eccola qua:

quiche ai carciofi

Quiche ai carciofi con ricotta e patate

Ingredienti
1 rotolo di pasta brisée
1 carciofo romano bello grande (ma si possono usare tranquillamente altre varietà di carciofi)
200 g di ricotta
2 patate
1 cipolla
1 uovo
rosmarino
pepe
poco olio
pangrattato e grana per la gratinatura

Procedimento
Pulire e lavare il carciofo (ho dato alcune semplici istruzioni in questa pagina).
Affettare sottilmente il carciofo e cuocerlo in padella con poco olio e una spolverata di pepe. Una decina di minuti di cottura è sufficiente.
Nel frattempo pelare, tagliare a pezzetti le patate e lessarle (io come sempre nel microonde).
Cotte le patate, mescolarle ai carciofi e aggiungere del rosmarino tritato. Aggiungere la ricotta e l’uovo e mescolare per ottenere un composto ben amalgamato.
Srotolare la pasta brisée e distribuirvi sopra il composto.
Chiudere i bordi della pasta brisée e cospargere di pangrattato e grana grattugiato.
Infornare a 180-200° per 20-25 minuti (come sempre, è meglio regolarsi in base al proprio forno). Mettere la teglia prima nella parte bassa del forno per fare in modo che la base della brisée si cuocia bene poi, se è necessario, negli ultimi minuti di cottura si può portare nella parte alta del forno per completare la gratinatura.

Questa quiche ai carciofi per me è ottima calda o tiepida.

Ma anche fredda fa la sua figura, parola mia! 😉

quiche ai carciofi

E ora i miei consigli senza sale 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Grazie per aver letto questa ricetta! 🙂

Seguitemi anche su Facebook! La mia fanpage è qui. Ciao!!

Precedente Barchette di zucchine ripiene ricetta light Successivo Pomodori secchi con cipollotto di Tropea

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.