Pomodori secchi con cipollotto di Tropea

Con un certa regolarità mi rifornisco di pomodori secchi e li condisco da sola.
Condire i pomodori secchi è molto semplice. E’ sufficiente un po’ di fantasia, e neanche poi tanta, dato che gli ingredienti da usare sono più o meno sempre gli stessi: olive, aglio, cipolla, origano, basilico, capperi, insomma i classici ingredienti mediterranei. Oggi li propongo con olive e cipollotti, perché nei giorni scorsi ho avuto la fortuna di comprare dei cipollotti di Tropea igp bellissimi e buonissimi.

pomodori secchiQuesti pomodori secchi non sono un vero piatto, ma a casa nostra lo diventano senza problemi: li facciamo fuori con il pane sia come antipasto che come secondo. E con i cipollotti sono, secondo me, un pieno di salute.

Pomodori secchi con cipollotto di Tropea

Ingredienti
pomodori secchi
cipollotto rosso di Tropea
olive verdi e nere
origano
olio evo

Procedimento
Mettere a bagno i pomodori secchi in acqua e aceto, in proporzione di 2:1 cioè due bicchieri d’acqua e uno d’aceto, per alcune ore. Io di solito li metto a bagno dopo pranzo e li scolo dopo cena.

Scolare i pomodori e sciacquarli velocemente sotto un getto d’acqua corrente poi tamponare l’acqua in eccesso con della carta assorbente.

Disporli a strati in un barattolo o in un contenitore.

Su ogni strato distribuire la cipolla tagliata a rondelle sottili, le olive tagliate a pezzettini, una presa di origano e l’olio.

pomodori secchi

Per la quantità d’olio naturalmente non ci sono limiti al gusto personale, ma io ne metto poco, tanto li mangiamo subito e non è necessario a scopo di conservazione. Faccio così: uso sempre un’oliera con un beccuccio sottile, anziché la bottiglia, che secondo me non consente di dosare l’olio in modo adeguato (ma questo vale per tutto, non solo per questi pomodori secchi) e verso l’olio cercando di metterlo dentro ai pomodori.

Chiudo il contenitore e lo metto in frigo per alcune ore, ma fino al giorno dopo è meglio, così si insaporiscono bene.

Chiusi in un contenitore o un barattolo si mantengono, in frigo, per parecchi giorni.

pomodori secchi

Se riuscite a non finirli tutti 🙂 potete usare una parte di questi pomodori secchi per condire la pasta (come ad esempio le mie foglie d’ulivo) oppure li potete frullare per ottenere un ottimo paté (come questoquesto).

senza saleCommento senza sale
Qui il sale è sconsigliato, anche a chi abitualmente lo usa, perché i pomodori secchi sono sufficientemente saporiti, anche dopo l’ammollo.

 

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Grazie per aver letto questa ricetta!

Vi aspetto su Facebook!

Se volete visitare la mia fanpage cliccate qui! 🙂

Precedente Quiche ai carciofi con ricotta e patate Successivo Tonno su letto di lattughino con salsa saporita

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.