Pesto rosso ai semi di girasole (a freddo)

Avete bisogno di una ricetta al volo? Bene, allora siete nel posto giusto! Vi presento il pesto rosso ai semi di girasole, nella prima delle varianti che vi ho promesso ieri 🙂

Oggi non mi dilungherò in spiegazioni, la maggior parte delle cose che volevo dire ve le ho già dette nella ricetta precedente. 😀
E d’altronde, le varianti proprio in quanto varianti non differiscono di molto dalla ricetta da cui derivano, è normale, no?

In questo pesto rosso ai semi di girasole l’unica cosa che cambia davvero rispetto alla ricetta precedente è la cottura. Che qui non c’è.
E poi cambiano un po’ le proporzioni fra gli ingredienti. Ho sperimentato che diminuendo un po’ la quantità dei semi di girasole può essere utile aggiungere poco olio in più.
Come sostengo sempre, i gusti personali sono sempre un buon metro per stabilire le quantità da usare. Soprattutto in ricette come questa, in cui quel che conta alla fin fine è il profumo della “mediterraneità” 😉

Questo pesto rosso ai semi di girasole è un condimento fresco, profumato, velocissimo da preparare e soprattutto molto estivo.
Un buon pomodoro maturo, basilico, aglio (o scalogno se preferite una nota più delicata), un piccolo frullatore e voilà.

Ottimo per condire la pasta appena scolata, quindi calda: rilascerà un buon profumo d’aglio e basilico mentre mescolerete la pasta.
Oppure potete raffreddare la pasta passandola brevemente sotto un getto d’acqua fredda: otterrete così un’ottima pasta fredda, pronta subito.

Pronti per la ricetta?

pesto rosso ai semi di girasole versione a freddo

Pesto rosso ai semi di girasole (a freddo)

Ingredienti per condire 2 piatti di pasta
2-3 pomodori maturi (250-300 g circa)
2 cucchiai di semi di girasole (25-30 g)
1 spicchio d’aglio (oppure un pezzetto di scalogno)
1 rametto di basilico (per me 5-6 foglie per ogni piatto sono sufficienti)
2 cucchiai di olio extravergine (per una versione più dietetica viene benissimo anche con 2 cucchiaini, anziché cucchiai)
pepe o peperoncino a piacere

Procedimento
Lavare il basilico e frullarlo brevemente insieme ai semi di girasole (non tostati), all’aglio e all’olio.
Lavare i pomodori e tagliarli a pezzetti, quindi aggiungerli nel frullatore e frullare il tutto.
Insaporire con pepe o, se piace, con del peperoncino.

Come accennavo nell’introduzione, potete variare le quantità degli ingredienti secondo il vostro gusto, ma anche in dipendenza di alcune variabili come ad esempio il tipo di pomodoro usato. Alcuni pomodori meno succosi possono richiedere un giro d’olio in più, è il caso, ad esempio, dei pomodori tipo S. Marzano; ho provato anche i pomodorini Piccadilly che mi sono piaciuti molto: essendo più polposi condiscono molto bene, anche usando meno olio. Comunque, trattandosi di un condimento a freddo, l’olio può essere aggiunto alla fine secondo il proprio gusto e aggiustato al momento di condire la pasta.

Questo pesto rosso ai semi di girasole può essere conservato in frigo per alcuni giorni, io però di solito lo uso subito. È talmente facile e veloce da fare, che mentre cuoce la pasta c’è davvero tutto il tempo per prepararlo!

Buon appetito!

🙂

senza saleVi saluto, come sempre, con i miei consigli senza sale 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Grazie per letto questa ricetta! 🙂

Seguimi anche su Facebook e Pinterest

e… iscrivetevi al mio gruppo! Il gruppo di Catia, in cucina e oltre !

Vi aspetto!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.