Pasta di farro con broccoli e taleggio DOP

Io e mio figlio ci siamo gustati due piatti (a testa!) di pasta di farro con broccoli e taleggio e ci siamo leccati i baffi! E meno male, va’, che a mio figlio i broccoli piacciono! 😀

pasta di farro integrale con broccoli e taleggioEh sì, perché come vi raccontavo una ricetta fa (cioè QUI), tutto quello che appartiene alla famiglia delle crucifere qui a casa mia di solito non viene accolto con entusiasmo, per niente. Ma per fortuna ho un alleato, mio figlio, il più piccolo della famiglia, che per qualche motivo inspiegabile apprezza i cavoli, soprattutto cotti. E così qualche giorno fa ci siamo fatti una scorpacciata di pasta di farro con broccoli e taleggio, io e lui soli! (e abbiamo mangiato per quattro!!!) 😀

Pasta di farro con broccoli e taleggio DOP

Ingredienti per 4 persone
pasta di farro integrale (io ho usato 250 g di tagliatelle, ma si può usare anche un altro formato, considerate che la quantità potrebbe variare secondo il tipo di pasta)
200 g di broccoli
200 g di taleggio DOP (cioè 50 g a porzione, per me sono sufficienti)
1 spicchio d’aglio
2-4 cucchiai di olio extravergine
poco vino bianco
peperoncino a piacere
pangrattato per la gratinatura (facoltativo)

Procedimento
Tagliare le cimette dei broccoli. Utilizzando solo le infiorescenze il tempo di cottura sarà minimo. Non buttate il gambo però, potrete usarlo in altre preparazioni, come un minestrone, una zuppa di legumi o un sugo di verdure.

Lavare le cimette poi farle saltare in padella con 2 cucchiai di olio, uno spicchio d’aglio tritato e peperoncino (a piacere).

Sfumare con un dito di vino e lasciar cuocere per una decina di minuti a coperchio chiuso, aprendo ogni tanto per mescolare e per bagnare con qualche cucchiaio di acqua calda.

Nel frattempo cuocere la pasta.

Quando la pasta è cotta, scolarla e passarla nella padella per farla saltare con i broccoli. A seconda del tipo di pasta usato può essere necessario aggiungere olio, io ho aggiunto altri 2 cucchiai.

A questo punto vi offro due possibilità:

1- Versione spadellata. Aggiungere, alla pasta saltata in padella con i broccoli, 100 g di taleggio tagliato a pezzetti, mescolare un paio di minuti, il taleggio si scioglie velocemente. Servire subito aggiungendo il restante taleggio subito prima di impiattare (così sarà morbido ma non sciolto).
Visto che mio figlio aveva una gran fame, la prima porzione di questa pasta di farro con broccoli e taleggio ce la siamo fatta fuori così, appena spadellata, e vi assicuro che è un signor piatto, di una bontà unica!
Non ho fotografato questa prima versione (ma fidatevi, merita un assaggio!), perché il mio intento iniziale era quello di cucinare direttamente la seconda versione 🙂 Questa:

2- Versione gratinata. Trasferire la pasta di farro con broccoli e taleggio appena spadellata in cocottes monoporzione (le mie sono capienti quanto un piatto), ricoprire con il taleggio rimanente e una spolverata di pangrattato. Così:

pasta di farro integrale con broccoli e taleggio-da cuocere

Passare in forno a gratinare per 10-15 minuti (anche con il solo grill acceso) fino a quando la crosticina non sia di vostro gradimento.

Servire direttamente nelle cocottes. E’ un modo carino di presentare un piatto che praticamente è fatto di soli tre ingredienti, facile e veloce da realizzare, eppure così buono!!! 😀
(se non avete le cocottes va benissimo anche una normale teglia da forno, e poi porzionare 😉 )

Non so quale delle due versioni vorrete provare per prima, in ogni caso… Buon appetito!!!

pasta di farro integrale con broccoli e taleggio

 

Senza saleCommento senza sale: tutti gli ingredienti di questa ricetta hanno sapori intensi: i broccoli, naturalmente saporiti come tutte le crucifere, la pasta di farina di farro integrale, che ha un gusto marcato, il taleggio, un formaggio saporito e profumato. Perciò non avete scuse! 🙂 Provate a non salare il condimento e riducete il sale nell’acqua della pasta! Eventualmente, potete insaporire con un secondo spicchio d’aglio e un pizzico di peperoncino in più. 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto sulla pagina Facebook, passate a trovarmi!!

Precedente Insalata di cavolo cinese Successivo Brisée semintegrale fatta in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.