I muffin al cioccolato inventati dai miei figli

Vi presento i muffin al cioccolato che ieri pomeriggio i miei figli hanno inventato, nel vero senso della parola, mentre io ero al lavoro.

muffin al cioccolato

Mi hanno fatto questa sorpresa, facendomi trovare l’impasto in una ciotola e chiedendomi di aiutarli a cuocere quella che inizialmente avrebbe dovuto essere una ciambella poi, data la consistenza un po’ compatta dell’impasto, avrebbero dovuto essere dei biscotti e infine sono diventati dei muffin (si fa per dire), a causa della leggera collosità dell’impasto che ne impediva una adeguata “messa in forma”. (Mmh, forse avrei dovuto chiamarli genericamente “dolcetti” 🙄  😀 ).
Non so dire se l’impasto fosse colloso fin dall’inizio o se lo sia diventato nelle ore di “riposo” in attesa del mio ritorno, fatto sta che alla fine riempire dei pirottini ci è parsa la cosa più semplice da farsi.

Certo, l’impasto colloso può non sembrare molto promettente, ma in fondo non importa che questi muffin al cioccolato siano ortodossi o meno. Quello che importa, per me, è che sono stati fatti in modo autonomo dai mei figli, appositamente per farmi una sorpresa.
E poi, mentre cuocevano si è diffuso in tutta la cucina un profumino di cioccolato davvero invitante! Perciò, quando mi hanno chiesto “mamma li puoi mettere nel blog”, potevo mai negarglielo? Cuore di mamma ha detto “sì”!

muffin al cioccolato

I muffin al cioccolato inventati dai miei figli

Ingredienti
E’ stata impresa alquanto ardua definire le quantità degli ingredienti, diciamo che le ho desunte dopo attento interrogatorio. Mi è rimasta una certa perplessità riguardo la quantità di zucchero, che a mio parere dovrebbe essere un po’ aumentata. E poi manca completamente la parte grassa, a meno che non si consideri sufficiente quella contenuta nell’uovo e nel cioccolato, per cui se volete cimentarvi potete eventualmente aggiungere olio o burro a discrezione.

Farina (circa 300 g)
Cacao amaro in polvere (4-5 cucchiaini)
Zucchero (4 cucchiai)
Cioccolato al latte a pezzetti (quantità a piacere)
Cioccolato fondente a pezzetti (quantità a piacere)
1 uovo
Lievito per dolci (mezza bustina)
Acqua tiepida q.b.
Zucchero a velo per decorare

Procedimento
Anche il procedimento deriva dal racconto dei miei figli, ve lo sottopongo più o meno come me lo hanno raccontato.
Sciogliere zucchero e cacao in acqua tiepida.
Rompere l’uovo in una ciotola e sbatterlo con una forchetta (l’ha fatto Flavia).
Usando un cucchiaio, aggiungere nella ciotola l’”acqua di cacao zuccherata” e la farina, anch’essa un cucchiaio alla volta, e mescolare (l’ha fatto Fabrizio).
Sbriciolare o tagliare a pezzetti la cioccolata fondente e quella al latte e aggiungerla al composto (l’hanno fatto entrambi).
Per ultimo aggiungere il lievito.
L’impasto alla fine era un po’ compatto per cui Flavia lo ha lavorato con le mani (le piace molto pasticciare con le mani!).
Lasciare l’impasto nella ciotola coperta da un piatto finché non torna la mamma che deciderà come cuocere il tutto. E, come accennavo qualche riga fa, dopo aver visionato l’impasto la mamma ha sentenziato “vada per dei muffin al cioccolato”.
Infornare a temperatura moderata (io a 160 gradi) per non oltre 15 minuti.

Per amore di verità, devo avvertire che questi muffin non sono proprio il massimo della sofficità (credo a causa della mancanza di olio, o burro), però vi assicuro che il sapore è ottimo. Fidatevi.

Se non consumati tutti subito, si possono conservare in un contenitore (io li ho messi nel portatorte). Questa mattina li abbiamo trovati un po’ ammorbiditi rispetto a ieri, e vi assicuro che dopo adeguato tuffo nel caffelatte erano proprio buoni!

Considerazioni finali
La cosa più bella è vedere la soddisfazione dei bambini. Sentirli dire “oh, ma lo sai che sono buoni?” è bellissimo. Evidentemente avevano dei dubbi sulle loro capacità, ma poi sono stati orgogliosi del loro esperimento cioccolatoso. E hanno anche imparato qualcosa: ad esempio quali sono gli ingredienti base dei muffin al cioccolato, e anche che al prossimo esperimento… prima di tutto cercheranno la ricetta in un libro di cucina (tanto in casa non c’è che l’imbarazzo della scelta 😉 ).
E’ istruttivo per tutti lasciare che i bambini facciano qualche esperimento in modo autonomo. Se il risultato non è di alta pasticceria poco importa, quello che importa è che poi questi esperimenti vengano mangiati tutti assieme e vengano visti sempre nel loro lato positivo.

muffin al cioccolato

Ciao a tutti i bambini e arrivederci alla prossima ricetta cioccolatosa!

Venite a trovarmi sulla pagina Facebook di Catia in cucina 🙂 Vi aspetto!

Precedente Il mio pesto di basilico Successivo Gnocchi agli asparagi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.