Lischeri con capperi, olive e limone

Con la ricetta di questi lischeri con capperi, olive e limone inauguro oggi una mini-rassegna di ricette con il limone.

Sono in vena di “rassegne a tema” 🙂 Dopo le ricette con la rucola, eccomi qui a proporre alcune ricette con il limone, iniziando da un contorno un po’ particolare: i lischeri con capperi olive e limone.

I lischeri sono conosciuti in Italia con nomi diversi. Qui in Romagna li chiamiamo sia lischeri che lischi, ma in altre regioni sono conosciuti come barbe di frate o agretti. Si tratta di una verdura dal sapore leggermente acidulo, che di solito viene condita con olio e limone (il succo), e infatti anch’io fino a poco tempo fa li condivo solo così.

Una sera ho avuto l’occasione di apprezzare un contorno di lischeri con battuto di capperi (molto saporito) in un ristorantino, uno di quei locali piccoli e accoglienti con enoteca, che mi piace tanto frequentare perché offrono sempre un’ottima cucina, basata sui prodotti del territorio.
In diverse occasioni ho provato a condirli nello stesso modo, facendo dei personalissimi tentativi d’imitazione della ricetta in versione meno salata, cioè diminuendo (e di parecchio) la quantità dei capperi per adattarla alle nostre abitudini iposodiche.

Alla fine ho trovato che questa combinazione di capperi, olive e limone ben si adatta a condire questa verdura.

Ecco la ricetta:

Lischeri con capperi, olive e limone

lischeri con capperi olive e limone

Ingredienti
1 mazzetto di lischeri
10 capperi
6 olive nere denocciolate
mezzo limone, succo e scorza (limone non trattato, naturalmente)
2 cucchiai olio extravergine

Procedimento
Per prima cosa dissalare i capperi sciacquandoli sotto acqua corrente e lasciandoli a bagno in acqua per circa 15 minuti.

Tagliare le radici dei lischeri e lavarli accuratamente in acqua fredda. Se necessario, lasciarli un po’ a bagno nell’acqua.

Cuocerli in una pentola con solo un dito d’acqua, a fuoco basso e a coperchio chiuso per circa 10 minuti, non di più. Si possono cuocere anche al vapore.

Scolare i lischeri cotti e porli in un piatto. Se risultassero troppo umidi è sufficiente ripassarli in padella per un paio di minuti per far asciugare l’acqua in eccesso.

Lasciarli intiepidire.

Nel frattempo tritare in un piccolo robot i capperi e le olive con l’olio e il succo di limone.
Io ho aggiunto nel mixer anche la scorza (tagliata con il pelapatate e senza albedo, cioè la parte bianca amarognola). In questo modo la scorza si tritura in modo grossolano, perlomeno con il mio robot, se voi preferite grattugiarla fatelo tranquillamente, aggiungendola poi alla salsina di limone e capperi.

Condire i lischeri con la salsina ottenuta.

Servire subito oppure dopo un breve riposo per far insaporire.

lischeri con capperi olive e limone

Sono molto buoni conditi così! Il gusto e il profumo del limone associato a quello dei capperi è proprio adatto ai lischeri, secondo me, e le olive, il cui gusto rimane in secondo piano, danno corposità alla salsa. Le proporzioni tra gli ingredienti si possono comunque variare a piacimento.

Questo contorno può essere servito tiepido o a temperatura ambiente. L’ho provato anche freddo, dopo un breve riposo in frigorifero, ma la mia preferenza va alla versione a temperatura ambiente. E voi mi farete sapere cosa ne pensate di questa semplice ma gustosa ricetta?

Senza sale

In ottica cucina iposodica i capperi sotto sale devono essere ridotti al minimo e consumati saltuariamente. Rispetto alla ricetta originaria, che era davvero salata, le quantità che ho utilizzato in questa ricetta a mio parere sono del tutto ragionevoli 😉 Comunque ricordate sempre di dissalarli bene.

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto sulla pagina Facebook

Mi trovate anche in Pinterest 🙂

Vi siete accorti che ho cambiato le foto? 🙂 il colore un po’ grigiastro della salsina adesso mi sembra meno grigio, non sembra anche a voi? 😀

lischeri con capperi olive e limone
lischeri con capperi olive e limone
Precedente Pasta con patate e rucola - ricetta light Successivo Tagliolini prosciutto e limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.