Frittatine ai lischeri

Avete mai provato a fare le frittatine ai lischeri? Ehhh! E’ uno dei miei tanti esperimenti, per fortuna ben riusciti, per far mangiare le verdure ai miei figli! 🙂 Soprattutto quelle verdure che ai loro occhi sono “troppo verdi”!!

frittatine ai lischeri

Cosa sono i lischeri lo sapete, vero? Ve li ho mostrati nella ricetta precedente, quella delle polpettine vegane in crosta di semi fatte con le patate e, appunto, i lischeri (o barbe di frate o agretti). È una verdura che a me piace molto. Ma io non sono attendibile 🙂 perché a me le verdure piacciono tutte!

E vabbe’… sì, non solo le verdure 😛 Chi mi conosce lo sa, io mangio tutto. A parte le acciughe, motivo per cui mai troverete ricette con le acciughe in questo blog, anche se… ad esempio, la bagna cauda l’ho mangiata… e perciò quando dico ai miei figli “prova ad assaggiare, vedrai che ti piace”, purtroppo spesso e volentieri loro sono scettici. Perché dicono… com’è possibile fidarsi di una che mangia tutto, ma proprio tutto? anche quello che non le piace? 🙄

Eheheh! Però queste frittatine ai lischeri le hanno mangiate! Ecco. E se sono piaciute a loro… potete fidarvi ciecamente! 😀

Provate!

Frittatine ai lischeri

Ingredienti per una persona
1 uovo
50 g circa di lischeri (pesati già cotti)
2-3 cucchiai di latte (facoltativo)
aglio (facoltativo)
pepe
olio extravergine

Nota: ho utilizzato una padellina monoporzione. Ultimamente ho scoperto che le frittate in questo modo mi vengono molto meglio, non fatico a girarle, non si rompono, e poi in questo modo non rischio di fare errori nel porzionare: un uovo a testa e stop 🙂

Procedimento
Pulire e lavare i lischeri.

Come già precisato nella ricetta precedente i lischeri si mondano in modo molto semplice: si tagliano i gambi e si lavano in acqua fredda.

Cuocere i lischeri.

Si possono lessare nel modo in cui siete abituati a lessate le verdure, oppure si possono stufare in padella, come faccio io di solito: come sapete io evito di lessare le verdure in acqua, è un metodo utile per preservare il sapore, dato che non uso il sale 🙂

I lischeri si cuociono in 10-15 minuti a coperchio chiuso e bagnando con poca acqua alla volta se necessario.

Pronti i lischeri, cuocere le frittatine:

Rompere l’uovo in una scodella. Sbatterlo con una forchetta. Aggiungere un po’ di latte, più o meno due-tre cucchiai.

Se il latte non piace o non si può assumere, il latte si può omettere. Io lo aggiungo quasi sempre perché la frittata viene un po’ più gonfia e un po’ più morbida. O almeno così mi sembra, perciò va bene così 🙂

Prelevare una piccola quantità di lischeri (circa 50 grammi per ogni frittatina da un uovo).

Disporli nella padellina monoporzione.

frittatine ai lischeri

Scaldare la padellina contenente i lischeri e versare l’uovo sbattuto. Il pepe si può aggiungere ora (è facoltativo).

Far distribuire bene l’uovo e cuocere fino a quando si forma una leggera crosticina, poi con una paletta girare la frittatina e cuocere l’altro lato.

Non ho unto la padella, è antiaderente e nuova perciò la frittata non si attacca.

La frittata fritta a me piace poco (neppure l’uovo fritto) e mi risulta difficile da digerire. Una padella antiaderente e un po’ di verdura, con la sua umidità e con quel poco d’olio usato in cottura, invece consentono di cuocere un’ottima frittata, sana e più leggera. Siete d’accordo vero? Sì. 🙂

Buon Appetito!!!

frittatine ai lischeri

Senza saleProvatele senza sale le mie frittatine ai lischeri! 😀

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto su Facebook !

e su Pinterest !

Ciao!!

Precedente Polpettine vegane in crosta di semi Successivo Margherita alle fragole

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.