Cornetti di brisée alla crema di nocciole

Questi cornetti di brisée ripieni di crema di nocciole ve li avevo promessi, e siccome ogni promessa è debito 😉 eccoli!!!!

cornetti di brisée alla crema di nocciole

Oggi non mi dilungherò, questa ricetta non necessita di lunghe e dettagliate descrizioni, perciò rilassatevi, lo so che siete stanchi, eh eh!, dopo aver letto per intero tutta la ricetta della mia crema di nocciole! 😆
Come? Non l’avete ancora letta???
Ok. Per chi si fosse perso la ricetta della mia non-nutella detta anche simil-nutella poco somigliante alla nutella vera 😛 😀 eccovi il link: vi basta cliccare su questo titolo, molto evocativo, di Crema di nocciole con cioccolato fondente per ritrovarvi dentro ad una ricetta che profuma di cioccolato e nocciole e che posso assicurarvi essere il ripieno ideale per questi cornetti di brisée.

Ecco fatto, finito. L’introduzione alla ricetta è tutta qui, ché sono di poche parole oggi, le ho esaurite tutte nella ricetta della crema di nocciole 😛 😀
La ricetta dei cornetti di brisée ve la spiego in pochi passaggi.
Solo alcune precisazioni.
E poi, magari… ecco…
quasi quasi poi vi lascio qualche spiegazione aggiuntiva in coda 😉

Cornetti di brisée alla crema di nocciole

Ingredienti per 16 cornetti (oppure 32 piccoli)
270 g di farina 0
80 g di burro
90 g di acqua
crema di nocciole q.b.

Procedimento
Preparare la pasta brisée è semplice e anche molto veloce. Se volete leggere qualche dettaglio in più sulla mia pasta brisée vi rimando alla ricetta base (QUI), che avevo fatto con la farina semintegrale, oppure ai biscotti di brisée (QUI), quando per la prima volta ho sperimentato l’uso di questa pasta in una ricetta dolce. La brisée fatta in casa è davvero versatile, oltre che semplice e veloce da fare.

Per realizzare questi cornetti il mio consiglio è di dividere l’impasto in due parti e di ottenere due sfoglie.

Disporre la farina a fontana e aggiungere il burro (freddo) tagliato a pezzetti e l’acqua (a temperatura ambiente).
Perché la quantità d’acqua sia ottimale consiglio di aggiungerla poco alla volta, in quanto farine diverse possono richiede diverse quantità d’acqua.

Lavorare molto velocemente schiacciando il burro con i polpastrelli.

Ottenuto l’impasto, dividerlo in due e stendere con il matterello due sfoglie rotonde e sottili.
Può essere utile mettere in frigo la metà inutilizzata mentre si realizzano i primi cornetti in modo che la pasta rimanga fresca (se si scalda troppo diventa più difficile manipolarla).

Dividere la sfoglia in 8 spicchi, oppure in 16 se si vogliono ottenere dei mini cornetti. Io ovviamente li ho fatti di entrambe le misure.

Vi mostro due foto della realizzazione, che si riferiscono ai cornetti mignon. (Sono foto scure purtroppo, perché al mattino presto, e per di più di una giornata piovosa, la mia cucina non riceve molta luce, ma spero possano esservi ugualmente utili).

cornetti di brisée alla crema di nocciole - steps

I cornetti mignon li ho arrotolati con più facilità, e quindi mi sono riusciti un po’ più belli da vedere rispetto a quelli più grandi. Per i cornetti più grandi ho avuto qualche piccola difficoltà nell’arrotolarli, perché la pasta mi si era ammorbidita (motivo per cui vi ho consigliato di mettere in frigo la seconda metà dell’impasto 😉 ).

cornetti di brisée - dettaglioVi ricordo che ogni triangolo deve essere arrotolato su se stesso partendo dalla base e che in cottura è utile che la punta rimanga sotto al cornetto per evitare che durante la cottura si sollevi.
Non essendo la pasta brisée un lievitato, né contenendo lievito istantaneo, è una pasta che non cresce in cottura, se non in modo minimale, però in alcuni casi la punta sollevata accade, inesorabilmente, come si può notare in questa foto (l’ho relegato in secondo piano quel cornetto dall’aspetto sinistro! 😀 ). Ma voi ormai lo sapete, ve li mostro spesso i miei mostriciattoli perché non c’è proprio motivo di nasconderli, succedono a chiunque! (chi di voi si ricorda dei miei muffin col naso?).

Bene, siamo arrivati alla conclusione: adagiare i cornetti su una leccarda ricoperta di carta forno e cuocere in forno a 180 gradi per 15 minuti circa, controllando la doratura (minuto più minuto meno, quando la pasta inizia a dorarsi è ora di sfornare).

Prima della cottura si possono spennellare con del latte, oppure si possono cospargere di zucchero. Su alcuni cornetti io un po’ di zucchero l’ho messo, ma in gran parte li ho lasciati al naturale.

Considerazioni
Bellezza esteriore a parte, le sentenze della mia “giuria di famiglia” sulla bontà dei miei cornetti di brisée sono state le seguenti: per mio marito i cornetti più grandi sono riusciti meglio perché in proporzione contenevano un po’ meno nutella (pardon, crema di nocciole fatta in casa) (mio marito predilige una proporzione pasta-ripieno favorevole alla pasta); i miei figli invece hanno un debole, com’era prevedibile, per i ripieni abbondati, di quelli che fuoriescono tutti in cottura, perciò si sono tuffati sui cornetti mignon, che erano belli ripieni.
Certo, sulle preferenze personali non si discute. Ma una cosa è certa: questi cornetti di brisée si sono proprio lasciati mangiare tutti! Piccoli o grandi, poco o tanto ripieni, alla fine sono spariti in una sola colazione.
E poi, questi cornetti hanno un innegabile vantaggio, uno di quei vantaggi che la cuoca di famiglia non può non considerare: si preparano in poco tempo! Il bello di questo impasto è che è davvero veloce da preparare, non necessita di riposo ed è ottimo mangiato subito, quando i cornetti sono ancora caldi o tiepidi, quindi non richiede tempi morti d’attesa pre- o post-realizzazione.
Ecco perché sono adatti ad ogni occasione: per la colazione della domenica, per una merenda improvvisata, per un dessert preparato al volo all’ultimo momento all’ora del pranzo. E si accompagnano bene ad un bicchiere di vino dolce così come ad una tazza di tè, oltre che al classico caffelatte del mattino.

E ora ditemi: li proverete in versione piccola o grande?
Li sospetto grandi, e con ripieni abbondati… mi sbaglio? 😀

cornetti di brisée alla crema di nocciole

Ciaoooo!!

Vi aspetto sulla pagina Facebook, cliccate qui!

Precedente Crema di nocciole con cioccolato fondente Successivo Guacamole servito nei cestini di pane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.