Brisée semintegrale fatta in casa

Finalmente! Ho sostituito la brisée confezionata con una mia versione homemade che mi soddisfa! Una brisée semintegrale, cioè fatta con farina tipo 2, che ha superato la nostra prova assaggio a pieni voti! E ora… ma chi la compra più quella confezionata!!!!

brisée semintegrale fatta in casa

In passato avevo sperimentato altre versioni, che però non ci avevano soddisfatto e le avevamo bocciate. Ehhh, ho anch’io qui a casa mia una giuria d’esperti!! Ma questa volta, sì, la mia giuria ha detto sì!!!
Ho usato questa brisée semintegrale per fare una torta rustica con un ripieno semplice e delicato (solo ricotta e piselli) perché il mio scopo era quello di ottenere un giudizio sulla pasta e non sul ripieno, e il giudizio è stato decisamente positivo! Vi dico solo che Fabrizio si è lagnato perché la torta è finita troppo in fretta! 😉

Perciò, ora ho una ricetta base in più, una brisée semintegrale va ad aggiungersi agli altri impasti, tutti approvati e collaudati, che potete trovare nella pagina Ricette di base.

La decisione di farla con la farina tipo 2 è dovuta a due motivi: primo, era parecchio che non compravo la tipo 2, qualche giorno fa ne ho fatto scorta, finalmente, e non vedevo l’ora di usarla, e un impasto base è l’ideale per la farina tipo 2; secondo, trattandosi di un impasto senza sale (come sempre!) una farina più “corposa” e più “di sapore” può avere il suo perché. 😉

Brisée semintegrale fatta in casa

Ingredienti
250 g di farina tipo 2
80 g di burro
80 g di acqua (circa mezzo bicchiere)

Procedimento
Versare la farina in una ciotola.

Tagliare il burro a pezzetti e attendere qualche minuto perché si ammorbidisca un po’, deve comunque rimanere freddo come si fa per la pasta frolla.

Aggiungere alla farina il burro e il mezzo bicchiere d’acqua (magari poco alla volta, come sapete le farine non assorbono tutte allo stesso modo).

Lavorare con le mani fino ad amalgamare bene gli ingredienti, poi trasferire l’impasto sul tagliere e lavorarlo per alcuni minuti. Dovrà risultare un impasto elastico pur senza scaldarsi.

Stendere la pasta con il matterello fino ad uno spessore di alcuni millimetri. Infarinare sia il tagliere che la pasta per evitare che si attacchi al matterello o al tagliere.

Se intendete utilizzare questa brisée per una quiche o una torta rustica, vi ricordo di foderare la teglia con carta forno. Le quantità degli ingredienti di questa brisée semintegrale sono ottimali per una teglia grande (io ho usato la teglia della pizza da 30 cm).

brisée semintegrale fatta in casa

Nel caso non vogliate utilizzare subito l’impasto, è possibile riporlo in frigorifero avvolto da pellicola trasparente, esattamente come si fa per la pasta frolla.

Ed ora vi mostro una fetta del rustico che ho fatto con questa brisée semintegrale (fotografata al volo prima che quell’ingordo di mio figlio la reclamasse!). Mi sembra che la foto renda bene la friabilità di questa pasta.

Naturalmente si tratta di un impasto base versatile adatto a varie preparazioni che, ovviamente, ho già in mente di sperimentare! Perciò… come si dice fra noi giovani dal linguaggio moderno… Stay tuned!!! 😉

brisée semintegrale fatta in casa-fettaGrazie per aver letto questa ricetta!

Vi aspetto su Facebook! Cliccate qui! 🙂

Senza saleQualcuno dirà che la brisée è per definizione un impasto salato. Certo, mica ho aggiunto lo zucchero! Però… eh, non ho aggiunto neanche il sale, ovviamente! Come faccio tutti i miei impasti, anche la mia brisée semintegrale io l’ho fatta senza sale aggiunto e tutti noi, bambini compresi, non ne abbiamo sentito per nulla la mancanza 😀 Chi vuol provare a copiarmi?

Enjoy!!

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  •  Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  •  Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  •  Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  •  Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  •  Preferire i cibi freschi.
  •  Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  •  Evitare di portare in tavola la saliera!
  •  Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook🙂 e su Pinterest

Precedente Pasta di farro con broccoli e taleggio DOP Successivo Biscotti di brisée a forma di cuore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.