Biscotti di brisée a forma di cuore

Ho fatto questi biscotti di brisée a forma di cuore per tre volte in questa settimana! Il motivo? Eh, ce n’è più d’uno, ben tre! 😀

biscotti di brisée a forma di cuore 2

Primo motivo: domenica scorsa era San Valentino.
Reduce da alcuni giorni di stress da superlavoro (e soprattutto da post-compleanno 😛 ), non avevo voglia di impelagarmi in produzioni a forma di cuore. Poi, d’improvviso, la sera prima, cioè il 13, dopo cena, ho cambiato idea e mi son detta che… insomma, non si poteva fare così davvero, che la colazione di San Valentino doveva essere fatta con i cuoricini. E così nel bel mezzo di un film, puf!, i miei figli si sono ritrovati con uno spazio vuoto sul divano e io di punto in bianco ero lì con le mani in pasta. 🙂 

Secondo motivo: la pasta brisée fatta in casa che ho finalmente sperimentato è un portento! Non potevo aspettare oltre, dovevo sperimentare assolutamente una seconda versione.
E’ un classico dei classici, no? Ti ripeti per anni “devo provare”, “appena ho un attimo la faccio”, “sabato prossimo mi ci metto” e poi… d’improvviso scopri che sono stati anni sprecati!!! sì!!! perché la ricetta è perfetta, è proprio la ricetta che fa per te, e solo ora lo scopri!!! Maperlamiseriaccia… accia…

Terzo motivo: oggi è il mio, nostro, anniversario. Ooohhhh 😮 Eheheh 🙂 Oggi per noi è un giorno speciale. Perché è il nostro anniversario di matrimonio a cifra tonda. Ma anche perché è l’anniversario (altra cifra tonda) di… benedetto-il-giorno-che-ti-ho-incontrato, dieci-anni-prima 😮 E perciò… insomma, questa mattina i cuoricini a colazione ci volevano. E li abbiamo avuti, e ci siamo fatti una bella scorpacciata! 🙂

Le foto sono quelle di San Valentino, vi dovete accontentare di vedere la prima produzione, quindi la più imperfetta, ma oggi… essendo che oggi per me è un giorno festivo… niente foto, né fornelli, né nient’altro per tutto il giorno! Giusto il tempo di dirvi come si fanno questi biscotti di brisée (mi raccomando, fateli per la vostra colazione di domani mattina!) e poi vi saluto, augurando a voi, e a noi, di trascorrere un buonissimo weekend. Enjoy!

Ricettaaaaa!!!!

Biscotti di brisée a forma di cuore

Ingredienti per circa 40 biscotti
250 g di farina 0
70 g di burro
80-90 g di acqua
marmellata di fragole q.b.
zucchero di canna q.b.
farina di cocco q.b.

Procedimento
Procedere esattamente nello stesso modo descritto nella ricetta della brisée semintegrale.
Questa volta ho voluto provare con la farina 0 per rendere la pasta più adatta ad una ricetta dolce (pur senza aver aggiunto zucchero nell’impasto).
Ho anche provato a diminuire il burro, di pochissimo eh, solo di 10 grammi, ma considerato che di solito le brisée, perlomeno quelle di cui so (*), ne hanno un po’ di più di burro, sono davvero soddisfatta del risultato.

Lavorare velocemente senza riscaldare l’impasto. Per la quantità d’acqua regolatevi aggiungendone poca alla volta.

Stendere la pasta con il matterello.
Vi consiglio di stenderne solo metà e di mettere in frigo l’altra metà mentre procedete con la realizzazione dei primi biscotti, così l’impasto si mantiene fresco.

Usando due formine a cuore di due misure diverse potete realizzare diversi tipi di biscotti. Io ne ho fatti di tre tipi: con zucchero di canna, con cuore di marmellata, ricoperti di cocco.

Primo tipo: i biscotti di brisée semplice, solo decorati con zucchero di canna, sono stati quelli che ho fatto in numero maggiore (soprattutto per la facilità di realizzazione, devo ammetterlo!). In questo caso, invece di ricoprire tutta la superficie del cuore con lo zucchero, come pensavo di fare inizialmente, ho appoggiato la formina più piccola sul cuore già stampato in modo da ottenere, dopo aver messo lo zucchero dentro alla formina piccola, una decorazione di zucchero a forma di cuore. Un decoro di una semplicità unica, eppure d’effetto. Con la cottura lo zucchero si indurisce e rende il biscotto croccante.

Secondo tipo: per i cuori ripieni di marmellata vi suggerisco di stendere un velo di marmellata sul bordo del cuore inferiore: sarà il “collante” per il cuore forato che va messo sopra. Potete decidere di mettere la marmellata sia prima che dopo la cottura. Ho sperimentato entrambi i metodi, nel gusto non ci sono differenze, la differenza è esteriore, cioè: nel primo caso bisogna fare attenzione al dosaggio della marmellata perché se è appena un po’ di più del necessario poi in cottura tende a fuoriuscire sopra al biscotto; nel secondo caso sarà sufficiente cuocere il biscotto con solo la poca marmellata usata per attaccare i due cuori e poi, dopo la cottura, aggiungere la marmellata nello spazio vuoto a forma di cuore (il calore del biscotto aiuterà a distribuirla meglio). In questo modo si ottiene un cuore rosso perfetto e senza sbavature.

Terzo tipo: con marmellata e cocco. Che sia perché vi piace il cocco o perché dovete coprire le sbavature di marmellata di cui sopra 😀 questa terza decorazione ve la consiglio, perché rende i biscotti belli da vedere, oltre che buoni (il cocco è un jolly, sta bene in tutti i dolci!). E’ sufficiente spennellare di marmellata tutta la superficie dei biscotti per poi ricoprirli con il cocco. Semplici e belli.

Insomma, con un po’ di fantasia e una velocissima pasta brisée fatta in casa si possono ottenere degli ottimi (e sani) biscotti di brisée di sicuro successo, parola mia!

biscotti di brisée a forma di cuore 2Ah, dimenticavo di darvi i tempi di cottura 🙂 Io li ho cotti per 15-18 minuti, con forno a 200 gradi. Ho tenuto un po’ sotto controllo quelli ricoperti con lo zucchero di canna, perché è bene sfornarli non appena lo zucchero inizia a scurirsi (prolungare la cottura può far bruciare lo zucchero). Consiglio inoltre di infornare a metà altezza e non troppo vicino alla resistenza superiore.

Ultimo consiglio: meglio bucherellare la brisée (anche se io non lo faccio mai! 🙄 e dalle foto si vede). 🙂

Sono ottimi mangiati subito appena fatti, e sono ottimi anche se fatti la sera prima (be’ per poterli mangiare a colazione è obbligatorio, almeno per me). Vi assicuro che si mantengono benissimo, semplicemente lasciati nelle teglie dentro al forno. Rimangono belli friabili quelli con la marmellata, belli croccanti quelli con lo zucchero, belli…. eeeeeh… non so spiegarmi meglio di così ma spero l’abbiate capito quanto ci piacciono questi miei biscotti di brisée!!

Quando li proverete… mandatemi una foto!!

A proposito di foto, permettetemi di ringraziare mia figlia, grazie Flavia! che mi ha aiutato a ritagliare i cuori di carta usati per le foto. Se ne vedono pochi qui, ma… ne avevamo ritagliati una montagna! 🙂

Ciaoooo!! Vi aspetto sulla pagina Facebook, cliccate qui!

(*) per precisazione, le brisée che avevo consultato inizialmente le avevo lette nel libro il Cucchiaio Verde.

Precedente Brisée semintegrale fatta in casa Successivo La mia cheesecake di panna e kefir

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.