Vellutata di cavolo cappuccio nero

Vellutata… Lo dice la parola stessa. Dà proprio la sensazione del velluto, di qualcosa di delicato e avvolgente.
Infatti, la vellutata di cavolo cappuccio nero, ti avvolge e delizia il palato con quel suo gusto delicato, ma intenso. Ottimo la sera, da gustare nei periodi freddi.
Con quel suo colore particolare, conquisterete anche i vostri ospiti più piccoli! 😉

Vellutata di cavolo cappuccio nero

Vellutata di cavolo cappuccio nero
Ingredienti:
– 800 g di cavolo cappuccio nero;
– 300 g di patate;
– 70 g di porro;
– 7 dl di acqua;
– sale qb;
– 1 pizzico di pepe;
– olio;
– una noce di burro;
– 50 g di formaggio Grana Padano grattuggiato;
– crostini

Preparazione:
Pulite, lavate e tagliate a strisce grosse il cavolo cappuccio. Sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a pezzetti. Lavate il pezzo di porro, asciugatelo con un telo e tagliatelo sottile.

Mettete in una pentola abbastanza capiente i 7 dl di acqua, aggiungete il sale e, dopo che l’acqua avrà raggiunto l’ebollizinoe, mettete giù il cavolo cappuccio, le patate e il porro.
Coprite la pentola e fate bollire a fuoco moderato per 20 min. circa.

Spegnete il fuoco e passate il tutto al mixer, fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungete la noce di burro, il formaggio grattuggiato e mantecate.
Versate la vellutata, ancora bella calda, nei piatti fondi, metteteci un filo d’olio e qualche fettina di porro crudo tagliato sottilissimo.

Servite in tavola la vostra vellutata di cavolo cappuccio nero, con una spolverata di formaggio e crostini ( a parte). Buon appetito! 🙂

Vellutata di cavolo cappuccio nero
Abbinamento:
Piatto ” Vellutata di cavolo cappuccio nero “ vino in abbinamento, bianco Liguria ” Liguria Cinque Terre “
Caratteristiche:
La vellutata, dal sapore delicato e intenso, ha una buona tendenza dolce, aromaticità e succulenza, con un pò di untuosità e grassezza. Si accompagna bene ad un vino bianco, discretamente morbido, con una buona freschezza e sapidità, leggero di corpo.
Nota: L’aggiunta della noce di burro e del formaggio grattuggiato, è facoltativo, perchè c’è già la patatata che gli dà una buona cremosità.

Seguitemi anche sulla mia pagina FACEBOOK: Carmencita da leccarsi le dita

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.