Crea sito

Torta salata carciofi e asiago

Dal gusto intenso e delicato, la torta salata carciofi e asiago è una ricetta semplice da realizzare.
Perfetta per un pic-nic, un aperitivo o un antipasto sfizioso.
Bastano pochi e semplici ingredienti e la torta salata carciofi e asiago è pronta da gustare… 🙂

Torta salata carciofi e asiago

Torta salata carciofi e asiago

Ingredienti:
– 230 gr di pasta sfoglia ( se la prendete già pronta preferite quella rettangolare );
– 350 gr di carciofi teneri;
– 150 gr di asiago;
– 3 uova;
– 1,5 dl di panna da cucina;
– 1,5 dl di latte intero;
– 50 gr di parmigiano reggiano grattuggiato;
– 1 pizzico di pepe nero;

– sale q.b.

Preparazione:
Pulite i carciofi, tagliateli in quattro parti, lavateli e fateli bollire in acqua bollente per almeno 15 minuti.

Nel frattempo pulite l’ asiago e tagliatelo a cubetti.

Quando i carciofi saranno cotti, scolateli e tagliateli a fettine, tenendo da parte qualche fettina per guarnire la torta salata carciofi e asiago.

Foderate una tortiera, di diametro 26 centimetri, con un foglio di carta da forno e stendete la pasta sfoglia.
Bucherellate il fondo con una forchetta, distribuitevi dentro l’ asiago a cubetti e i carciofi a fettine.

A parte sbattete le uova salate e pepate, aggiungete la panna da cucina, il latte e il formaggio grattuggiato, mescolate e versate il composto nella tortiera sopra il formaggio e i carciofi.

Guarnite con le fettine di carciofi tenute da parte.

Infornate la torta salata carciofi e asiago nel forno già caldo a 180° C e fatela cuocere per 45 minuti.

Quando la pasta sfoglia sarà ben dorata e il ripieno si sarà solidificato, tirate fuori la torta salata carciofi e asiago, lasciatela intiepidire un attimo e servitela in tavola… Buon appetito! 🙂

Nota: Potete anche prepararla il giorno prima e poi riscaldarla all’ occorrenza.

Abbinamento:
Piatto ” Torta salata carciofi e asiago “ vino in abbinamento, bianco Veneto ” Gambellara classico “
Caratteristiche:
La torta salata carciofi e asiago ha una buona struttura e sapidità, presente è la grassezza dovuta a uova, panna e formaggio, buona è anche l’ aromaticità che ti lascia e un finale delicato e piacevole. Il vino ha una buona struttura, freschezza e morbidezza, con una discreta persistenza gusto-olfattiva.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:   Carmencita da leccarsi le dita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.