Crea sito

Torta salata ai peperoni

Torta salata ai peperoni

E’ grazie alla mia amica che ho avuto l’idea di preparare questa gustosissima torta salata.
E’ bello quando chi ti conosce ti fa dei regali davvero speciali, ed è stato così quando la mia amica mi ha regalato un piccolo cofanetto con tante ricette di pizze, focacce e torte salate. Ultimamente in tanti mi fanno regali inerenti alla cucina… Chissà come mai. 🙂

Ed è proprio da questo cofanetto che ho preso spunto per questa ricetta facile e veloce da fare, adattandola secondo i miei gusti, ovvio no?! 😉

Io ne sono rimasta soddisfatta, fatemi sapere se è così anche per voi. 🙂

Torta salata ai peperoni
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la pasta frolla salata

  • Farina 200 g
  • Burro 100 g
  • Uovo 1
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 30 g
  • Sale fino 1 pizzico

Per il ripieno

  • Peperoni (rossi e gialli) 400 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Cipolla rossa 1
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 50 g
  • Formagella 100 g
  • Basilico 3 foglie
  • Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai

Preparazione

  1. Cominciate a preparare la torta salata ai peperoni partendo dalla pasta frolla salata.

  2. Mettete la farina nel mixer, aggiungete il burro freddo a pezzi piccoli e azionate il mixer, sabbiando così il composto.

  3. Ora aggiungete anche il formaggio grattugiato, il pizzico di sale fino e l’uovo.

  4. Azionate di nuovo il mixer e lavorate il composto per pochi secondi, fino a che gli ingredienti non si saranno amalgamati.
    Trasferite il composto su un piano da lavoro e lavoratelo giusto il tempo di ottenere un panetto compatto e omogeneo.

  5. Avvolgete la pasta frolla ottenuta nella pellicola trasparente per alimenti e ponetala in frigo a riposare per circa un’ora.

  6. Se non avete il mixer, potete fare lo stesso procedimento con le mani, impastando il tutto su un piano da lavoro e lavorando l’impasto velocemente per non farlo scaldare troppo.

  7. Ora che la pasta frolla salata è pronta, passate a preparare il ripieno.

  8. Lavate, pulite i peperoni e tagliateli a striscioline.
    Sbucciate la cipolla e l’aglio e tritateli.

  9. In una padella antiaderente fate scaldare i tre cucchiai di olio e, quando sarà ben caldo, aggiungete il trito di cipolla e aglio e fateli leggermente dorare.

  10. Aggiungete al soffritto i peperoni, salateli e fateli cuocere circa 10-15 minuti, mescolando di tanto in tanto.
    Spegnete il fuoco, aggiungete il formaggio grattugiato e le foglie di basilico. Ora fate leggermente intiepidire.

  11. Nel frattempo, tagliate a cubetti il formagella e tenetela da parte.

  12. Trascorso il tempo necessario, prendete una tortiera diametro 22-24 cm circa, stendete la pasta frolla e tagliate due dischi, uno tagliatelo più grande dell’altro. Quello più piccolo tenetelo di diametro 22-24 cm circa (come il diametro della tortiera).

  13. Col disco di pasta frolla grande foderate il fondo della tortiera (compresi i bordi).
    Unite il formaggio a pezzi ai peperoni, mescolate e versate tutto nella tortiera.

  14. Coprite col disco di pasta frolla più piccolo, saldate bene i bordi e bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta.
    Infornate la torta salata ai peperoni nel forno già caldo a 170° C per circa 45 minuti.

  15. Quando la superficie della torta salata ai peperoni risulterà dorata, tiratela fuori e lasciatela intiepidire prima di servirla in tavola… Buon appetito. 😉

Note

1. Se siete intolleranti al lattosio, potete sostituire il burro di latte col burro di soia o senza lattosio, il formaggio con un formaggio senza lattosio, mentre il parmigiano reggiano 40 mesi va bene.

2. Io, per preparare la torta salata ai peperoni, ho usato una formagella tipica delle mie parti, ma voi potete usare un altro tipo di formagella, oppure un formaggio a pasta morbida.

3. Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione della torta salata ai peperoni, ho preferito usare prodotti (ove possibile) sicuri della provenienza e/o provenienti da agricoltura biologica, perché per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche sulla mia pagina facebook:  Carmencita da leccarsi le dita

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.