Crea sito

Ravioli di zucca amaretti e noce moscata

Primo piatto profumato, intenso e gustoso, i ravioli di zucca, fatti come li facevano le nostre nonne, sono una vero toccasana per l’umore.
Eh si, perchè è proprio lo stare insieme e ritrovarsi per creare qualcosa di speciale, fatto a mano, che dà un valore in più a questo delizioso piatto.
Ogni famiglia ha il suo ingrediente segreto, che si tramanda per generazioni.
I miei ingredienti sono speciali, soprattutto perchè genuini e tanti a km 0. 🙂
Non vi resta che fare un bel gruppetto e cominciare ad impastare i ravioli di zucca! 😉

Ravioli di zucca amaretti e noce moscata

Ravioli di zucca

Difficoltà: Media
Tempo di preparazione: 45 minuti + 15 minuti circa di cottura

“Ingredienti per i ravioli di zucca per 4 persone”

Per la pasta:
– 250 gr di farina tipo 00;
– 2 uova;
– 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Per il ripieno:
– 800 gr di zucca;
– 80 gr di amaretti;
– 90 gr di pane grattuggiato;
– 1 uovo medio;
– 150 gr di mostarda di frutta;
– noce moscata grattugiata q.b.;
– 1 pizzico di pepe nero;
– sale fino q.b.

Per condirli:
– 50 gr di burro;
– 30 gr di parmigiano reggiano grattugiato;
– 5/6 foglioline di salvia

Preparazione:
Versate la farina su una spianatoia.
Aggiungete le uova e l’olio, mescolate prima con una forchetta e poi con le mani.

Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio, elastico e omogeneo.
Lasciate riposare in frigo per circa 30 minuti.

Nel frattempo, preparate il ripieno.
Pulite la zucca dai semini, sbucciatela e tagliatela a fette sottili.
Mettete le fette su una teglia rivestita con un foglio di carta forno e cuocete a 220° per circa 10/15 minuti.

Trascorso il tempo necessario, tirate fuori la zucca, mettetela in un terrina, schiacciatela con la forchetta o lo schiacciapatate e lasciatela intiepidire.

Tritate la mostarda, sbriciolate gli amaretti, aggiungeteli nella terrina con la zucca e mescolateli con una spatola.
Subito dopo aggiungete anche l’uovo, il formaggio grattugiato un pò per volta e continuate ad impastare.
Quando l’impasto sarà ben compatto e gli ingredienti saranno amalgamati bene tra loro, aggiungete il pizzico di pepe, la noce moscata e salate.

Prendete la pasta e stendetela in una sfoglia sottile.
Dividete la sfoglia in due parti e, sulla prima sfoglia, distribuiteci sopra (in piccole porzioni) il ripieno preparato e coprite i ravioli con la sfoglia rimasta.

Schiacciate con le dita intorno ad ogni pallina di ripieno per chiudere bene il composto.
Con un tagliapasta a rotella tagliate i ravioli di zucca, grandi circa 5×6 centimetri e metteteli ad asciugare su un tagliere leggermente infarinato.

Ecco, i ravioli di zucca sono pronti per essere cotti e gustati, oppure, se non li mangiate subito, potete anche metterli in un sacchetto e congelarli. 🙂

Cottura dei ravioli di zucca:
Fate cuocere i ravioli per circa 15 minuti in abbondante acqua salata.
Scolateli molto bene e conditeli con il burro fuso insaporito con la salvia e una bella manciata di formaggio grattugiato e una grattata di noce moscata.

Versateli in una terrina calda (se ce l’avete di terracotta meglio 😉 ) e lasciateli insaporire un attimo prima di servirli.
Servite i ravioli ben caldi, in piatti precedentemente riscaldati e… Buon appetito! 😉

Abbinamento:
Piatto “Ravioli di zucca” vino in abbinamento, rosso Lombardia “Lambrusco Mantovano”
Caratteristiche:
I ravioli di zucca hanno una buona struttura, con una spiccata tendenza dolce, buona grassezza e untuosità, con un piacevole finale aromatico. Il vino in abbinamento è semplice e gradevole, con tannini appena accennati, buona freschezza e intensità gusto-olfattiva.

Consiglio: Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione dei ravioli di zucca, ho preferito usare prodotti (ove possibile) sicuri della provenienza e/o provenienti da agricoltura biologica, perchè per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo. 😉

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:  Carmencita da leccarsi le dita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.