Crea sito

Peperoncini piccanti ripieni

Questo è il secondo anno che a mio papà nell’ orto vengono le piante dei peperoncini piccanti tondi, nate dai semini che gli ho fatto mettere io. 😀
Dovete sapere che non ho una vera e propria passione per il piccante, però ai peperonci piccanti ripieni non riesco proprio a resistere, così negli ultimi anni ho cominciato a farmeli in casa e fare scorte per l’ inverno.
Quest’ anno, anche per i peperoncini è stato un anno prolifero, infatti, sono cresciuti più dell’ anno scorso e in grandi quantità, l’ anno scorso erano piccini e sono riuscita a farne un vasetto solo, mentre quest’ anno riuscirò anche a regalarli, me li hanno già chiesti amici e parenti! 😉
La preparazione dei peperoncini piccanti ripieni è un pò lunga, però ne vale la pena, perchè sono un’ esplosione di bontà! 🙂

Peperoncini piccanti ripieni

Peperoncini piccanti ripieni

Ingredienti per 3 vasetti da 250 ml di peperoncini piccanti ripieni:
– 80 peperoncini tondi piccanti di grandezza media;
– 500 ml di acqua;
– 500 ml di aceto di vino bianco;
– 500 ml di vino bianco secco;
– 20 gr di sale grosso

Per il ripieno:
– 6 alici sott’ olio;
– 200 gr di tonno sott’ olio ( peso già sgocciolato );
– 2 cucchiai di olive verdi denocciolate;
– 3 cucchiaini di capperi sotto sale;
– 1 ciuffo di prezzemolo;
– 3 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione:
Lavate e asciugate con un panno i peperoncini tondi.
Aiutati con un coltellino, eliminate la calotta dei peperoncini e svuotateli dai semini.

In una pentola capiente, portate a bollore l’ acqua, l’ aceto e il vino, poi salate e aggiungete i peperoncini, fateli bollire per circa 3 minuti e poi scolateli.

Fateli sgocciolare e poi, adagiate i peperoncini su un canovaccio, tenendo la parte vuota rivolta verso il basso, copriteli con un altro canovaccio e lasciateli asciugare per una notte intera.

In una ciotolina mescolate tra loro il tonno, le alici, le olive ( precedentemente sgocciolate ), i capperi ( eliminate il sale in eccesso ) e il prezzemolo ( precedentemente lavato e asciugato ).

Ora, aggiungete i tre cucchiai di olio e col frullatore ad immersione, frullate il tutto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Aiutati con un cucchiaino, cominciate a riempire i peperoncini uno alla volta con la crema ottenuta e, man mano, adagiateli in un vassoio.

Prendete i vasetti precedentemente sterilizzati e riempiteli con i peperoncini piccanti ripieni, lasciando uno spazio di almeno un paio di centimetri dal bordo.

Schiacciate delicatamente con una forchetta i peperoncini piccanti ripieni e riempite i vasetti con olio di semi fino a coprirli completamente.

Ecco, i peperoncini piccanti ripieni sono pronti per essere consumati! 😉

Ora passiamo a sterilizzare i vasetti con i peperoncini piccanti ripieni.
In una pentola mettete i vasetti con i peperoncini piccanti ripieni e per non farli toccare tra loro e tenerli ben saldi, avvolgeteci intorno dei canovacci.

Riempite la pentola con acqua fredda, 5 centimetri sopra i vasetti, mettetela sul fuoco e portate a ebollizione.
Quando l’ acqua bolle lasciate bollire per circa 20 minuti.
Tirate su i vasetti quando l’ acqua si sarà raffreddata.

Nota:
Questo trattamento serve a ridurre i microrganismi vitali che possono alterare il prodotto.

Consiglio:
1: Lasciate riposare i peperoncini piccanti ripieni una settimana prima di consumarli.
Conservate in luogo buio, asciutto e aerato.

2: Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione dei peperoncini piccanti ripieni, ho preferito usare tutti prodotti provenienti da agricoltura biologica, perchè per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo. 😉

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:   Carmencita da leccarsi le dita

2 Risposte a “Peperoncini piccanti ripieni”

  1. Poiché i suddetti peperoncini si possono conservare con olio in vasetti sterilizzandoli, ma tendono a venire molli nel tempo, ho adottato un sistema validissimo cioè svuoto i peperoncini e crudi li metto in sacchetti nel freezer. Basterà quando vi occorrono toglierne la quantità necessaria, bollirli da congelati e seguire la ricetta di Carmencita, come fossero freschi

    1. Grazie Wilma per il consiglio! 🙂 I peperoncini che faccio io, tengono bene nel tempo, ma la tua è una buona idea per chi non ha molto tempo al momento. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.