Crea sito

Involtini di cotica e pancetta

INVOLTINI DI COTICA E PANCETTA
Ecco un secondo piatto, che probabilmente in pochi conoscono, proprio perchè la “cotica” cioè la cotenna del maiale, al giorno d’oggi non viene usata molto in cucina. Un tempo, però, soprattutto nelle cucine campane, era il piatto d’eccellenza del pranzo della domenica.
Infatti si preparava il sugo al pomodoro e si insaporiva con appunto gli involtini di cotica chiamte “braciole” oppure, anche con la cotica a pezzetti, si condiva la pasta col sugo e la cotica era il secondo.
Da piccola ne ho mangiata parecchia e, da qualche tempo, quando mi portano la cotica fresca del maiale, la metto via per quando ho voglia di preparare un pranzetto speciale! 😉
La versione che vi propongo oggi è l’involtino di cotica arricchito con pancetta, uvetta e pinoli, una ricetta alternativa della classica “braciola”, ma sempre molto gradita. 😉

Involtini di cotica e pancetta
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 2-3 Ore
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per gli involtini

  • Cotenna di suino (pezzi) 12
  • Pancetta fresca (fette) 12
  • Provolone 100 g
  • Pinoli 50 g
  • Uvetta 30 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Basilico 4-5 foglie
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Spago per alimenti q.b.

Per il sugo

  • Cipolla rossa 1
  • Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
  • Vino bianco mezzo bicchieri
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Pepe nero in grani q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

  1. I pezzi di cotenna devono avere una misura di circa 15×10 cm, mentre le fette di pancetta devono essere leggermente più piccole (non importa se le misure variano leggermente).

  2. Cominciate a preparare gli involtini partendo dalla cotenna, fiammeggiatela attentamente sul fuoco per eliminare le setole, lavatela ed asciugatela.

  3. Fate un trito di aglio, prezzemolo e basilico, aggiungete i pinoli e l’uvetta e mescolate gli ingredienti tra loro.

  4. Adagiate le cotenne stese (tenete la parte interna verso l’alto) sul piano da lavoro e cominciate a farcirle.

  5. Mettete prima la fetta di pancetta, poi il trito con pinoli e uvetta, qualche pezzo di provolone dolce, un pò di pepe nero e salate secondo i vostri gusti, arrotolate la cotenna più stretta possibile senza far fuoriuscire il ripieno.

  6. Legate l’involtino con lo spago alimentare. Procedete così con tutte le restanti cotenne.

  7. In una pentola fate scaldare l’olio, pulite e tritate la cipolla e, quando l’olio sarà ben caldo aggiungete la cipolla tritata e fatela leggermente dorare.
    Unite gli involtini al soffritto e sfumateli in due-tre volte col vino bianco. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere per circa 30 minuti.

  8. Trascorsi i 30 minuti, aggiungete 1 bicchiere d’acqua, salate la salsa, aggiungete il pepe nero in grani e portate a cottura gli involtini di cotica e pancetta, tenendo il fuoco basso, ci vorranno ancora 2 ore e mezza circa.

  9. Quando gli involtini risulteranno teneri e la salsa sarà bella densa, aggiungete il trito di prezzemolo (precedentemente lavato) e serviteli in tavola ben caldi, accompagnandoli con del pane a fette, perchè i vostri commensali faranno sicuramente la scarpetta. 😉

Note

1. Preparate gli involtini di cotica e pancetta il giorno prima, così gli ingredienti si sposeranno meglio tra loro, basterà solo riscaldarli prima di servirli.

2. Per una perfetta riuscita degli involtini di cotica e pancetta, usate cotenna fresca di maiale, importante è che sia quella della pancia che è la più morbida e che sia privata di tutto il grasso.

3. Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione degli involtini di cotica e pancetta, ho preferito usare prodotti (ove possibile) sicuri della provenienza e/o provenienti da agricoltura biologica, perchè per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo. 😉

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche sulla mia pagina facebook:     Carmencita da leccarsi le dita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.