Crea sito

Fichi caramellati alle mandorle

L’ altro giorno, sfogliando un vecchio ricettario, ho trovato la ricetta dei fichi caramellati alle mandorle. La ricetta mi ha subito colpita, così ho provato a farla, ed il risultato è stato così soddisfacente che la propongo anche a voi. 🙂
I fichi non ho dovuto cercarli molto lontani, perchè la pianta dei miei suoceri ci stà regalando dei fichi meravigliosi… Questo è stato un anno buono anche per loro! 😉
La ricetta che vi propongo oggi, è davvero deliziosa, facile e veloce da preparare.
Potete servire i fichi caramellati alle mandorle sia con cibi dolci che salati.
Perfetti con pan brioche ( ottimi per una merenda sana ), oppure a fine pasto come dessert da soli o accompagnati al gelato al cioccolato e creme in coppa, potete guarnire una crostata e, sono davvero speciali con i formaggi delicati come ricotta, crescenza, stracchino e quartirolo.
Preparati così, i fichi, sono sempre pronti all’ uso e se quest’ anno anche voi come me ne avete tanti, potete farne una scorta per tutto l’ anno! 🙂

Fichi caramellati alle mandorle

Fichi caramellati alle mandorle

Difficoltà: Bassa
Tempo di preparazione: 45 minuti + una notte di macerazione

Ingredienti per 2 vasetti da 5 dl:
– 1 kg di fichi ben maturi ma sodi;
– 200 gr di zucchero ( io ho usato lo zucchero grezzo di canna );
– la scorza di un limone biologico;
– la scorza di un’ arancia biologica;
– mandorle sgusciate ( 1 per ogni fico );
– 3 stecche di cannella

Preparazione:
Lavate i fichi e asciugateli delicatamente con un canovaccio.
In ciascun fico infilate una mandorla e disponeteli, senza sovrapporli, in una teglia rotonda.

Lavate accuratamente il limone e l’ arancia sotto acqua corrente fredda ( l’ acqua calda potrebbe far svanire il profumo intenso degli agrumi) e spazzolate con una spazzolina ( con le setole tipo spazzolino da denti ) senza premere troppo per non rovinare la buccia del limone.
Con il pelapatate sbucciate gli agrumi facendo attenzione a non togliere anche la parte bianca.

Spolverizzate i fichi con lo zucchero, aggiungete le scorze del limone e dell’ arancia tagliate a listarelle sottili.
Coprite la teglia con con un canovaccio e lasciate macerare per una notte, in modo che i fichi rilascino il loro liquido.

Il giorno seguente, mettete la teglia sul fuoco, finchè il liquido dei fichi non raggiungerà il bollore e cuocete per un minuto.

Trasferite la teglia nel forno già caldo a 180° per circa 10-15 minuti, finchè lo sciroppo inizierà a caramellare.

A fine cottura versate i fichi caramellati alle mandorle ancora bollenti nei vasetti, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati.
Aggiungete qualche stecca di cannella in ciascun vasetto, chiudeteli e capovolgeteli per creare il sottovuoto e copriteli con un panno per farli raffreddare lentamente. Lasciateli così fino a completo raffreddamento.

Fichi caramellati alle mandorle

Se volete fare un’ ulteriore sterilizzazione ecco come procedere:
In una pentola mettete i vasetti con i fichi caramellati alle mandorle e, per non farli toccare tra loro e tenerli ben saldi, avvolgeteci intorno dei canovacci.

Riempite la pentola con acqua fredda, 5 centimetri sopra i vasetti, mettetela sul fuoco e portate a ebollizione.
Quando l’ acqua bolle lasciate bollire per circa 20 minuti.
Tirate su i vasetti quando l’ acqua si sarà raffreddata.

Nota: Questo trattamento serve a ridurre i microrganismi vitali che possono alterare il prodotto.

Consiglio:
1: Lasciate riposare i fichi caramellati alle mandorle una settimana prima di consumarli.
Conservare in luogo buio, asciutto e aerato.

2: Ci tengo molto a darvi questo piccolo, ma prezioso consiglio.
Io, per la preparazione dei fichi caramellati alle mandorle, ho preferito usare prodotti ( ove possibile ) sicuri della provenienza e/o provenienti da agricoltura biologica, perchè per una vita sana è sempre meglio essere prudenti e controllare la provenienza degli alimenti che consumiamo. 😉

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:    Carmencita da leccarsi le dita

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.