Carciofini sott’olio fatti in casa

Chi non ama i carciofi? E la primavera è proprio la stagione di questo meraviglioso ortaggio.
Io, come tutti gli anni, ne faccio grande uso in cucina, dal risotto alla torta salata, dalla frittata alla crema per la pasta.
Oltre che a consumare i carciofi al momento, io li conservo anche per l’ inverno.
Dal mio fruttivendolo di fiducia ne faccio tutti gli anni una bella scorta, compro i carciofini adatti da mettere via sott’ olio che sono tenerissimi.
I carciofini sott’ olio sono veloci da preparare e con pochi e semlpici passaggi si ottiene un sott’ olio delicato e dal sapore intenso.
Sono perfetti come contorno o sulle brushette per accompagnare l’ aperitivo.
Vediamo insieme come preparare i carciofini sott’ olio.

Carciofini sott’olio fatti in casa

Carciofini sott'olio fatti in casa

Ingredienti per circa tre vasetti da 1 kg l’ uno di carciofini sott’olio:
– 1,8 kg di carciofini biologici già puliti;
– 900 ml di aceto di vino bianco;
– 900 ml di vino bianco;
– 540 ml di acqua;
– 60 gr di sale grosso;
– 30 gr di semi di finocchietto;
– 2 spicchi di aglio;
– olio di semi di girasole q.b.

Preparazione:
Riempite una bacinella con acqua tiepida e scioglieteci dentro un cucchiaio di bicarbonato.
Tagliate a metà i carciofini, sciacquateli sotto l’ acqua fredda e poi metteli in ammollo per almeno 10 minuti nell’ acqua col bicarbonato ( questa operazione serve per disinfettare al posto dell’ amuchina).

In una pentola capiente, versate l’ acqua, l’ aceto di vino bianco e il vino bianco.
Mettete la pentola sul fuoco e portate a ebollizione.
Quando avrà raggiunto il bollore, versate il sale e aggiungete i carciofini.

Fateli scottare giusto 5 minuti, poi scolateli e metteteli tra due canovacci puliti e asciutti.
Lasciateli riposare una notte intera.

Sbucciate gli spicchi di aglio e tagliateli a pezzetti.

Preparate i vasetti puliti, con tappo integro e precedentemente sterilizzati, poi, con cura inserite i carciofini nei vasetti.

Tra uno strato e l’ altro di carciofini, mettete qualche pezzetto di aglio e un pò di semi di finocchietto.

Arrivate a riempire fino a sotto due dita dell’ orlo del vasetto, premete bene aiutati con un cucchiaio, riempite con l’ olio e chiudete il vasetto con i carciofini sott’ olio.

Ora passiamo a sterilizzare i vasetti di carciofini sott’olio.
In una pentola mettete i vasetti con con i carciofini sott’olio e per non farli toccare tra loro e tenerli ben saldi, avvolgeteci intorno dei canovacci.

Riempite la pentola con acqua fredda, 5 centimetri sopra i vasetti, mettetela sul fuoco e portate a ebollizione.
Quando l’ acqua bolle lasciate bollire per circa 20 minuti.
Tirate su i vasetti quando l’ acqua si sarà raffreddata.

Nota: Questo trattamento serve a ridurre i microrganismi vitali che possono alterare il prodotto.

Consiglio: Lasciate riposare i carciofini sott’olio una settimana prima di consumarli.
Conservate in luogo buio, asciutto e aerato.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:   Carmencita da leccarsi le dita

Precedente Frittata alle erbette di campo Successivo Panna vegetale fatta in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.