Crea sito

Arrosto di noce di vitello

L’ arrosto di noce di vitello è un secondo piatto davvero gustoso. Facile da preparare e sicuramente farete un figurone con i vostri ospiti.
Bastano pochi ingredienti e il piatto è fatto! 😉

Arrosto di noce di vitello

Arrosto di noce di vitello

Ingredienti:
– 800 gr di noce di vitello;
– 1 cipolla di tropea;
– 1 carota;
– 1 costa di sedano;
– 3 rametti di rosmarino;
– 1 cucchiaino di dado;
– 1/2 bicchiere di vino bianco;
– 1 bicchiere d’acqua;
– Tempo di cottura: circa 1 ora e 40 minuti

Preparazione:
Sbucciate e tritate la cipolla. Prendete una pentola, scaldate l’olio e fatevi soffriggere la cipolla.

Sbucciate, lavate e tritate la carota, lavate, asciugate bene e tritate il sedano. Quando la cipolla si sarà dorata, aggiungete la carota, il sedano e i rametti di rosmarino (che avrete precedentemente lavato), e fate soffriggere giusto un momento.

A fuoco basso, aggiungete il pezzo di vitello e fatelo rosolare in modo uniforme, girandolo più volte su tutti i lati. Infine, quando l’arrosto sarà rosolato, sfumatelo con il mezzo bicchiere di vino bianco. Poi, sciogliete il cucchiaino di dado in un bicchiere di acqua, bella calda, e innaffiate il vostro arrosto. Coprite la pentola con un coperchio e a fuoco moderato, girandolo di tanto in tanto, lasciatelo cuocere per circa 1 ora e 30 minuti.

A cottura ultimata, sgocciolate la carne dalla salsa. Adagiate l’arrosto su un tagliere, togliete lo spago aiutandovi con le forbici e tagliate la carne a fette. Mettete le fette in una pirofila e versateci sopra la salsina che vi è rimasta nella pentola. Infornate la pirofila nel forno già caldo ad una temperatura di 200°C per 10 minuti circa.

Togliete dal forno e impiattate la carne con la sua salsina in parte.

 

Arrosto di noce di vitello

Abbinamento:
Piatto “Arrosto di noce di vitello” vino “Curtefranca Rosso
Caratteristiche:
Il piatto si presenta con una buona struttura, buona grassezza, untuosità e succulenza, ma spiccano anche tendenza dolce e aromaticità. Il vino deve avere una buona struttura, un’adeguata acidità e un bel tannino.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su facebook:    Carmencita da leccarsi le dita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.