Torta pandoro con ganache al limone

Torta pandoro … Le feste si avvicinano, si pensa al Natale e quindi cosa c’è di meglio che assaggiare un dolce che richiama la nostra tradizione? Oggi prepariamo la torta pandoro, morbidissimo impasto farcito con una ottima ganache al limone. La ricetta è piuttosto semplice ma comunque necessità di una lavorazione lunga, visti i tempi di lievitazione. Armiamoci di tempo e pazienza, vi garantisco che il risultato non vi deluderà.

  • Preparazione: 8 Ore
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Torta pandoro

  • Farina Manitoba 250 g
  • Latte 30 ml
  • Lievito di birra fresco 1/4
  • Zucchero 130 g
  • Uova 2
  • Tuorli 1,5
  • Burro 120 g
  • Vanillina 1 bustina
  • Zucchero a velo q.b.

Ganache al limone

  • Cioccolato bianco 200 g
  • Panna fresca liquida 150 ml
  • Succo di limone 30 ml
  • Scorza di limone grattugiata 1

Preparazione

Ganache al limone

  1. Tritare grossolanamente il cioccolato, grattugiare la scorza del limone ed estrarre il succo. Mettete a scaldare la panna in un pentolino, aggiungete il cioccolato, la scorza del limone e il succo. Mescolate e fate sciogliere il cioccolato. Una volta che il cioccolato sarà completamente fuso spegnere il fuoco, trasferite il composto in una ciotola, coprite con del cellophane e lasciate raffreddare. Una volta raffreddato riporre in frigorifero per circa 1 ora.

Impasto torta pandoro

  1. Impasto con il bimby:

    FASE 1:

    inserite nel boccale il latte e 1/4 di cubetto di lievito di birra 1 minuto/37 °C/velocità 2.           Aggiungete 50 g di farina e 1/2 cucchiaino di zucchero, 1 minuto/velocità 3.                                Lasciate lievitare per 1ora dentro il boccale o comunque fino al raddoppio, in ambiente tiepido, all’interno del forno con la luce accesa.

    FASE 2:

    inserite nel boccale contenente l’impasto precedentemente preparato 90 g di farina, 30 g di zucchero, un pizzico di lievito sciolto in cucchiaino di acqua tiepida, un uovo e 30 g di burro, 1,30 minuti/velocità 3(operazione da ripetersi per 4 volte).

    Lasciate lievitare per 2 ore o fino al raddoppio.

    FASE 3:

    smontate l’impasto, 30 secondi/velocità 3.                                                                                 Aggiungete 110 g di farina di manitoba, 100 g di zucchero, 1 uovo,1,5 tuorli, 90 g di burro ammorbidito, 1 bustina di vanillina. Lavorate l’impasto 4 minuti/velocità 3. Questa operazione andrà ripetuta più volte(circa 4)fino a quando l’impasto sarà incordato, ovvero l’impasto, appiccicoso, inizierà a staccarsi dalle pareti del boccale. Tirando un lembo l’impasto non si strapperà, allargandolo si estenderà in un velo.

    Preriscaldare il forno a 180° C, modalità ventilato. Imburrate e infarinare uno stampo avente diametro da 23 cm, versate l’impasto.                                                                                                          Lasciate lievitare sino a quando l’impasto arriverà a 1,5 cm dal bordo dello stampo, questo perchè durante la cottura continuerà a crescere.                                                                                Posizionate la griglia sulla quale andrete a mettere lo stampo sul punto più basso del forno. Inserite sul fondo una ciotola con dell’acqua, passaggio necessario per mantenere umida la camera di cottura.                                                                                                                                            Lasciar cuocere per circa 30 minuti, fare la prova stecchino. Una volta sfornata, lasciate raffreddare la torta. Ora siete pronte per farcirla, inserite la ganache al limone all’interno di una sac a poche, utilizzando il beccuccio a siringa, dopodiché riempite internamente la torta con la ganache. Forate la torta pandoro con il beccuccio e introducete la ganche, sia sopra, sia lungo tutta la circonferenza della torta. Una volta farcita spolverizzatela con dello zuccero a velo.

    Siete pronte per guastare la torta.

Consigli

Preparate la torta pandoro il giorno prima in modo tale che tutti gli aromi si fondano perfettamente e la ganache inumidisca l’impasto.

Conservatela in una busta di plastica per alimenti, la farcia contiene la panna per cui la durata della torta è limitata a pochi giorni.

La torta è ottima anche a colazione, inzuppata nel caffellatte.

Precedente Pizzette sarde o pizzette sfoglia Successivo Dado vegetale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.