Pizzette sarde o pizzette sfoglia

 

Esisitono diversi miti Cagliaritani, il volo dei fenicotteri, il Poetto, i ricci, il Cagliari di Gigi Riva e la Pizzetta sfoglia!! Nel resto d’Italia si può trovare quasi tutto tranne una cosa, la pizzetta sfoglia… friabile e burrosa perfetta in ogni momento della giornata, per colazione, merenda o come aperitivo.   Due semplici dischetti di pasta sfoglia sovrapposti che racchiudono al loro interno pochi ingredienti, quali sugo, un cappero e un acciuga, ripieno gustoso che farà impazzire le vostre papille!!

Cosa aspettiamo… tutti in cucina a preparare le pizzette sarde! Ayo!!!

Pizzette sfoglia, friabili dischi di pasta sfoglia che racchiudono nel loro interno un goloso ripieno di sugo e capperi
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 15 pezzi
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Pasta Sfoglia 2 rotoli
  • Polpa di pomodoro 200 g
  • Capperi sotto sale 15
  • Acciughe (alici)
  • Tuorli 1
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Iniziate preriscaldando il forno a 180°C modalità ventilato.                                                         Stendete il rotolo di pasta sfoglia, tagliate la pasta con un coppapasta avente diametro di circa 8 cm. Da un rotolo di sfoglia si ottengono circa 15 dischetti. Aggiungete la salsa di pomodoro, un pizzico di sale un cappero e un pezzetto di acciuga. Spennelate i bordi con un tuorlo d’uovo e chiudete con un altro dischetto di pasta. Sigillate bene i bordi e spennellate la superficie con il tuorlo. Disponete le pizzette ottenute in una teglia ricoperta da carta forno e infornate per circa 20 minuti o fino al raggiungemento di una doratura uniforme. Ed ecco pronte le nostre pizzette sarde!!

Consigli

Scolare bene con un colino la polpa di pomodoro, rischiate con l’eccesso d’acqua di non sigillare bene i bordi e la conseguente fuori uscita del ripieno durante la cottura.

Potete aggiungere al ripieno della mozzarella.

Sono ottime sia tiepide che fredde.

Conservate in sacchetto per alimenti durano 3 giorni, perdendo però la friabilità

Senza categoria
Precedente Pizzetta al taglio Successivo Torta pandoro con ganache al limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.