torta di scarola: la famosa pizza napoletana

Pizza di scarola: la famosa pizza napoletana, perfetta per tutte le occasioni

La torta di scarola di nonna Rosa, una variante di famiglia della famosa pizza di scarola napoletana; golosa e profumata, è perfetta per mille occasioni oltre che per la vigilia di Natale.
La pizza di scarola è un rustico tipico della cucina napoletana, una pizza vegetariana, con un guscio fragrante che racchiude un ripieno di fumante scarola, insaporita con alici (capperi e olive).

La scarola è una varietà di indivia appartenente alla famiglia della cicoria, la cui stagionalità abbraccia l’autunno, inverno e inizio primavera; ha un sapore leggermente amaro e ottime proprietà nutrizionali.

La torta di scarola viene preparata con un ripieno di scarola, pinoli, uva passa, acciughe, il tutto avvolto da un impasto di pasta per pizza con farina, acqua e lievito; cotta a forno e servita: ancora bollente è la soluzione perfetta, ma risulterà fragrante anche servita a temperatura ambiente.

Ecco come cucinare questa prelibatezza dal gusto rustico.

Pizza di scarola

Pasta per pizza
(Potete utilizzare la vostra ricetta preferita o gli impasti e basi pronte.)

  • 1/2 di cubetto di lievito di birra,
  • 300 ml di acqua fredda,
  • 500 g di farina 0,
  • 2 cucchiai di olio d’oliva,
  • sale qb.

In una ciotola o impastatrice inserite gli ingredienti nell’ordine,
impastate per almeno 10 minuti,
lasciate lievitare per tre ore o fino al raddoppio del volume.

Ripieno

  • 3 cipolle,
  • 3 acciughe,
  • 1 ciuffo di scarola,
  • olio, poco sale e pepe,
  • una manciata di uva sultanina,
  • un cucchiaio di pinoli interi.

Mettete in un tegame la cipolla affettata e l’olio,
aggiungete le acciughe schiacciate con forchetta e soffriggete lievemente,
versate un cucchiaio d’acqua e lasciate stufare;
aggiungete la scarola lavata e asciugata, e lasciate appassire;
mettete l’uva sultanina già ammollata ed i pinoli interi;
assaggiate e regolate di sale e pepe, cuocete ancora pochi minuti.
Lasciate raffreddare e riposare qualche ora per insaporire.

Assemblaggio

Ungete una teglia e rivestitela con 2/3 dell’impasto della pizza, versate il ripieno e livellatelo;
stendete l’impasto rimasto e coprite il ripieno, formate i buchi con la forchetta e spennellate con olio.
Cuocete in forno già caldo a 200 gradi per 30 minuti, fino alla doratura.

by zia gio

pasta per pizza:
1/2 cubetto lievito
1 cucchiaino zucchero
350 acqua fredda
400 farina 00
100 semola
1 cucchiaino di sale
(in alternativa utilizzare ricetta a piacere o impasti e basi pronte)
in una ciotola o impastatrice mettere gli ingredienti nell’ordine
impastare per almeno 10 minuti
lasciare lievita tre ore o fino al raddoppio del volume

ripieno:
4 cipolle bianche
3 acciughe
1 ciuffo di scarola
olio, poco sale e pepe
1 pugno di uva sultanina
1 pugno di pinoli interi
tagliare le cipolle a fette
metterle in un tegame con olio
aggiungere le acciughe schiacciate con forchetta
soffriggere lievemente, aggiungere un cucchiaio d’acqua e lasciare stufare
mettere la scarola già lavata e asciugata e lasciare appassire
poco sale e pepe
aggiungere uva sultanina già ammollata ed i pinoli interi
assaggiare e regolare di sale e pepe
cuocere ancora pochi minuti
lasciare raffreddare e riposare qualche ora per insaporire

assemblaggio:
ungere una teglia e rivestirla con 2/3 dell’impasto da pizza
versare il ripieno
stendere l’impasto da pizza rimasto e coprire il ripieno
formare i buchi con la forchetta e spennellare con olio
cuocere in forno già caldo a 200 gradi per 30 minuti
fino alla doratura

2020