Pici Toscani, i tipici spaghettoni fatti in casa c

Pici toscani, i tipici spaghettoni: La ricetta  per farli in casa da cuocere e condire a piacere

Un viaggio in Toscana per gustarci i tradizionali pici, preparati nelle nostre cucine,
ma questi pici toscani non vi ricordano un’altra ricetta? I noodles tipici giapponesi, gli udon: stessi ingredienti e procedimento simile, cambiano solo i condimenti … e siamo dall’altra parte del mondo!

I pici sono un tipo di pasta fatta a mano, dei grossi spaghetti tipici del sud della Toscana, dove prendono anche altri nomi;
la ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di acqua, farina e sale, a volte con aggiunta di 1 cucchiaio di olio e/o un uovo ogni kg di farina.
La preparazione consiste lavorare a mano pezzetti di pasta formando grossi spaghetti lunghi e corposi, da lessare e condire.

Prepariamo i pici toscani:

ingredienti

  • 900 g di farina 00 + 100 g di semola
    oppure 1 kg di farina 0
  • 500 g di acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino di sale

pici

procedimento

In una ciotola versare la farina,
aggiungere acqua tiepida e sale
impastare per circa 10 minuti,
fino ad ottenere un impasto compatto ed omogeneo.

Versione Bimby®
Inserire nel boccale tutti gli ingredienti,
impastare vel. spiga per 3 minuti.
Versare su un tagliere e compattare bene il panetto.

Coprire il panetto con la pellicola trasparente
e lasciare riposare per mezz’ora.

Sul tagliere appiattire l’impasto con il matterello per ottenere una sfoglia alta; tagliare delle strisce, ed ognuna lavorarla a mano rotolandola sul tagliere, così per ottenere i pici che dovranno essere lunghi e sottili, di spessore uniforme.
Cuocere i pici in abbondante acqua bollente e salata, sono pronti quando salgono a galla.

Il condimento classico dei pici  è con il sugo all’Aglione (aglio, olio e pomodoro), o il condimento antico contadino “alle briciole” (con briciole di pane toscano soffritte in olio di oliva e aglio); infinite versioni di ragù di carne, ragù a base di cacciagione (cinghiale e lepre) o funghi.

Servire i pici conditi, ancora bollenti.

pici

ricette dal blog Caos&Cucina 

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Faceboo

 

Pici Toscani

 

Un viaggio in Toscana per gustarci i tradizionali pici toscani, preparati nelle nostre cucine.
I pici sono un tipo di pasta fatta a mano, dei grossi spaghetti tipici del sud della Toscana, dove prendono anche altri nomi;
la ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di acqua, farina e sale, a volte con aggiunta di 1 cucchiaio di olio e/o un uovo ogni kg di farina.
La preparazione consiste lavorare a mano pezzetti di pasta formando grossi spaghetti lunghi e corposi, da lessare e condire.

Prepariamo i pici toscani:

ingredienti

  • 900 g di farina 00 + 100 g di semola
    oppure 1 kg di farina 0
  • 500 g di acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino di sale

Pici Toscani

procedimento

In una ciotola versare la farina,
aggiungere acqua tiepida e sale
impastare per circa 10 minuti,
fino ad ottenere un impasto compatto ed omogeneo.

Versione Bimby®
Inserire nel boccale tutti gli ingredienti,
impastare vel. spiga per 3 minuti.
Versare su un tagliere e compattare bene il panetto.

Coprire il panetto con la pellicola trasparente
e lasciare riposare per mezz’ora.

Sul tagliere appiattire l’impasto con il matterello per ottenere una sfoglia alta; tagliare delle strisce, ed ognuna lavorarla a mano rotolandola sul tagliere, così per ottenere i pici che dovranno essere lunghi e sottili, di spessore uniforme.
Cuocere i pici in abbondante acqua bollente e salata, sono pronti quando salgono a galla.

Il condimento classico dei pici  è con il sugo all’Aglione (aglio, olio e pomodoro), o il condimento antico contadino “alle briciole” (con briciole di pane toscano soffritte in olio di oliva e aglio); infinite versioni di ragù di carne, ragù a base di cacciagione (cinghiale e lepre) o funghi.

Servire i pici toscani, conditi, ancora bollenti.

 

Continua a leggere altre ricette nel blog caos&cucina
seguici sulla pagina facebook e su Instagram