crescione romagnolo, non solo piadina: ecco come prepararlo all’ultimo momento con gustose farciture

crescione romagnolo, non solo piadina: ecco come prepararlo all’ultimo momento con gustose farciture

Vi suggeriamo di preparare il crescione romagnolo o cassone, una tipica preparazione derivata dalla piadina, un classico della Romagna.
facile e veloce da preparare all’ultimo momento, senza lievitazione.

Seguendo la ricetta preparate le piadine con una sfoglia sottile,
da crude farcitele a piacere e ripiegatele a mezzaluna per formare il crescione, chiudendo bene i bordi.
Cuocetelo da entrambe le parti, sull’apposito testo in ferro o in una padella antiaderente,
per pochi minuti fino a che si formano le bolle di cottura.
Vanno serviti caldi o tiepidi.

 

La farcitura classica del crescione romagnolo è vegetale, con erbe miste da preparare con:

erbe spontanee di campo o spinaci, bietole e cicoria,
cipolla, aglio, olio, sale e pepe;
in una padella rosolate uno spicchio d’aglio in un filo d’olio e toglietelo,
quindi aggiungete la cipolla finemente tritata e fatela appassire a fuoco bassissimo;
nel frattempo lavate e spezzettate grossolanamente le verdure e versatele in padella,
regolate di sale e pepe e lasciatele appassire, mescolando di tanto in tanto.
In alternativa potete condire le verdure lesse, o lasciate crude e tritate molto fini, con aglio, olio, sale e pepe.

Altri ripieni meno tradizionali sono zucca e patate oppure un misto di verdure cotte in padella (melanzane, zucchine, cipolle, peperoni, pomodori), oltre al più diffuso mozzarella e pomodoro.

ricordiamo la ricetta della vera piadina romagnola
per la preparazione della piadizza ed il crescione romagnolo:

  • 500 g farina
  • 250 g acqua fredda
  • 50 g strutto
  •  sale,  1 cucchiaino
  •  zucchero, 1 pizzico di
  •  lievito per focacce istantaneo, 1 cucchiaino

Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola, planetaria o Bimby® vel spiga, ed impastare bene ed a lungo finché l’impasto sarà omogeneo, dividete l’impasto in 8 pezzi e formate delle palline; su di una spianatoia su carta forno stendete l’impasto con un mattarello, fino a formare una piadina sottile, dello spessore e del diametro che preferite.