Scaloppine all’uva

Le scaloppine all’uva sono un secondo autunnale e delizioso. Questa ricetta la prepara la mia mamma in questo periodo dell’anno e non potevo non prepararla oggi vedendo l’uva Italia al supermercato!!! 🙂

Per fare questa ricetta dunque ci vuole un tipo di uva da tavola di qualità con dei chicchi sodi, rotondi, grandi e succosi. Escludete comunque dei tipi d’uva troppo dolci perchè altererebbero il gusto della scaloppina.

Una ricetta che stupirà con pochissime mosse i vostri commensali e lascierà un delizioso retrogusto dato dalla delicatezza dell’uva.

Scaloppine all’uva

Sgaloppine all'uva

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di fesa di vitello a fette sottili
  • 1 dl di brandy
  • 400 g di uva bianca e nera
  • 4 cucchiai di farina 00
  • un mix di pepe macinato fresco
  • un cucchiaino di timo tritato
  • 40 g di burro
  • sale q.b.

Preparazione:

  • Per prima cosa lavate ben bene l’uva, staccatela dal raspo e mettete da parte metà che servirà dopo nella cottura.
  • L’altra metà invece ta taglieremo a metà e la passeremo nel passa verdure per derivarne un succo delizioso che ci servirà durante la cottura.
  • Mettete la farina con un bel pizzico di sale, il trito di pepe e il trito di timo in un piatto, girate gli ingredienti tra di loro in modo da distribuirli bene. Infarinate le fettine.
  • Mettete metà del burro in un tegame a doppio fondo e senza farlo inbrunire adagiateci le fettine di vitello infarinate. Appena un paio di minuti e giratele dall’altro lato.
  • Bagnate con il brandy alzate la fiamma e fate evaporare l’alcool.
  • Abbassate la fiamma e aggiungete il succo d’uva.
  • In un altro padellino mettete l’altra metà di burro, fatelo sciogliere e aggiungete gli acini d’uva e senza romperli girateli e rosolateli per 2 o 3 minuti.
  • Aggiungete quest’ultimi alle scaloppine e servite ben caldi con delle deliziose patate al vapore o al forno.

Buon appetito!!! 🙂

 

 

 

Precedente Crostata di mandorle e marmellata di fichi d'india Successivo Zucca grigliata alla siciliana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.