Pane e Panelle

Pane e panelle siciliane o meglio tipico palermitano che poi si è diffuso in diverse parti della sicilia è una tipica frittella di farina di ceci servita con dei deliziosi panini. Anticamente le panelle che venivano servite nelle friggitorie chiamate oggi con il termine moderno ‘street food’ servivano le panelle nelle Mafalde un tipico pane casereccio di circa 200 g ricoperto da semi di sesamo che in siciliano si chiama ‘u cimino’.

Queste deliziose frittelle sono perfette come cibo vegano oppure per persone intolleranti al glutine. Si servono nel pane con una spruzzatina di limone.

Pane e Panelle

Pane e panelle la giusta

Ingredienti:

  • 200 g di farina di ceci ( ho usato quella bio)
  • 7 dl di acqua
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo q.b.
  • 1 limone
  • olio di semi per friggere
  • 4 panini mini baguette o quelli che preferite
  • un contenitore di plastica io ho usato la forma rettangolare o quadrata come usano a Palermo ma so che in altre parti della Sicilia hanno diverse forme come a mezza luna e a triangolo.

Preparazione:

  • Lavate e tritate finemente il prezzemolo, mettete la farina di ceci in una pentola a doppio fondo, aggiungete l’acqua  gradatamente e girate energicamente con una frusta in modo da non fare formare i grumi, aggiungete il sale, il pepe ed in fine il prezzemolo tritato.
  • Prima di mettere a cuocere la farina di ceci oleate bene il contenitore di plastica con dell’olio evo che servirà appena la farina di ceci sarà cotta.
  • Mettetela sul fuoco e girate spesso in modo da non farla attaccare o formare grumi, la mia farina di ceci si è cotta in 20 minuti circa ma dipende anche dalla raffinatezza della farina quindi cercate di comprare una non troppo grezza.
  • Appena inizierà a fare le bolle significa che è cotta, spegnete il fuoco e versatela nel contenitore di blastica, oleate anche un cucchiaio vi servirà per livellarla dentro il contenitore di plastica, fate tanta attenzione è caldissima.
  • Mettetela a raffreddare e se non avete fretta lasciatela fuori dal frigo in modo che non formi nessun tipo di condenza e creare schizzi nel momento della cottura con l’olio caldo.
  • Se non avete tempo e avete voglia di metterla in frigo asciugate le fette con della carta assorbente prima di metterle nell’olio caldo.
  • Per affettarle usate un coltello a seghetto (quello che si usa per tagliare il pane) ma anch’esso oleato in modo che scorra e non si appiccichi e rompa le fette.
  • Mettetele a friggere nell’olio di semi e adagiatele su della carta assorbente da cucina per togliere l’eccesso di olio di frittura.
  • Tagliate il pane fresco e metteteci una o due fette di panella e qualche goccia di limone.

Precedente Besciamella senza lattosio Successivo Filetto di merluzzo in umido alla siciliana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.