Melanzane sott’olio alla siciliana senza cottura – ricetta facile

Melanzane sott’olio alla siciliana senza cottura – ricetta facile sono le tradizionali quelle che penso non manchino mai in nessuna famiglia siciliana. Questa ricetta è la ricetta della mia mamma, è una ricetta molto semplice e facile da preparare perchè non c’è bisogno di sbollentarle prima d’invasarle. l’unico periodo lungo è quello che devono riposare per almeno 8 ore per perdere l’acqua di vegetazione, ma essendo delle conserve per l’inverno non è un gran problema lasciarle a macerare anche se credetemi aspettare poi almeno 2 settimane prima di mangiarle come bruschetta o come antipasto è dura.. 😉

Melanzane sott’olio alla siciliana senza cottura – ricetta facile

Melanzane sott'olio alla siciliana ricetta senza cottura 2

Ingredienti per 2 vasi da 5dl:

  • 2 kg di melanzane lunghe (usate quelle lunghe perchè hanno meno semi visto che devono essere tagliate a listerelle)
  • Aceto di vino bianco q.b.
  • 4 spicchi d’aglio
  • 1 – 2 peperoncino piccante
  • sale grosso q.b.
  • origano q.b.
  • olio evo q.b.

Melanzane sott'olio alla siciliana ricetta senza cottura

Preparazione:

 

Lavate bene le melanzane e asciugatele, pelatele e tagliatele a listerelle sottili.

Mettetele in un colapasta cospargetele con il sale grosso marino e lasciatele macerare per almeno 8 ore (questo passaggio lo faccio la sera in modo che macerano tutta la notte).

Trascorso il tempo vi accorgerete che le melanzane hanno perso l’acqua di vegetazione, strizzatele e lavatele sotto l’acqua corrente, strizzatele nuovamente ed asciugatele ben bene con uno strofinaccio da cucina o con della carta assorbente da cucina.

Lasciatele all’aria per un pò divise tra di loro e nel frattempo sterilizzate i barattoli, lavate i barattoli ben bene e poi metteteli nel forno a 100 gradi per circa 20 minuti.

Trascorso il tempo tirate fuori i barattoli dal forno, lasciateli raffreddare un pò e controllate nuovamente le melanzane asciugandole nuovamente con della carta assorbente.

Ora mettete sul fondo di uno dei vasi sterilizzati, due spicchi d’aglio affettati , un pezzetto di peperoncino, l’origano e poi uno strato di melanzane, contunuate con gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.

Una volta riempiti i vasetti fin quasi fino l’orlo capovolgerli per eliminare l’eventuale acqua di vegetazione accumulatasi. Versate un po’ di aceto, fate riposare qualche ora.

Trascorso il tempo riempite di olio i vasetti fino a coprire completamente le melanzane, chiudete ermeticamente e lasciatele riposare in un luogo fresco al buio per almeno 2 settimane prima di consumarle.

Trascorse le 2 settimane le melanzane sott’olio alla siciliana senza cottura saranno pronte per essere mangiate. servitele come bruschetta o in un antipasto sono veramente idilliache parola della vostra siciliana Lidia!

Continua a seguire il mio blog rimanendo aggiornato tramite i Social
CANNELLA AMORE E FANTASIA lo trovi su
FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE+

 

Precedente Strudel di pesche Successivo Parmigiana di peperoni rossi alla siciliana - ricetta di famiglia

31 commenti su “Melanzane sott’olio alla siciliana senza cottura – ricetta facile

      • carmelina medici il said:

        nel passaggio in cui ci metto l’aceto…la quantità dell’aceto non deve coprire le melanzane, vero?….ma se così fosse come fanno a macerare se l’aceto è poco?
        scusa Lidia…mi potresti chiarire?
        grazie…un saluto Carmelina

        • cannellaamorefantasia il said:

          Ciao Carmelina, scusami non l’ho visto prima il tuo commento è andato senza l’approvazione…;) Comunque avevo risposta ad un’altra signora e forse tu l’avrai letto, le melanzane non devono essere coperte d’aceto ma abbastanza irrorate…un abbraccio e a presto carmelina!! 🙂 <3

          • carmelina il said:

            non avendo letto la risposta, io ho messo l’aceto nel vasetto, l’ho tenuta x 4 ore, poi l’ho cacciata fuori e ho riempito con l’olio….speriamo bene, oggi ne ho fatti altri 3 vasetti…

          • cannellaamorefantasia il said:

            Speriamo bene comunque le hai tenute sott’aceto per diverse ore quindi dovrebbe andare bene..fammi sapere mi raccomando ciao e a presto carissima Carmelina!! 🙂 <3

          • carmelina il said:

            Cara Lidia…ho appena mangiato le melanzane…sono ottime…ciao, spero di rivederti.

          • cannellaamorefantasia il said:

            Ciao Carmelina, grazie sono contenta che ti siano piaciute!!! Spero di venirti a salutare prima di ripartire!! 🙂 ciao carissima!!! <3

          • carmelina il said:

            vedi di combinare un incontro con la Silvia…noi domani andiamo all’incontro juventino..
            ah, con lo stesso procedimento delle melanzane ho fatto anche le zucchine…le devo ancora provare….
            ciao, a presto

          • cannellaamorefantasia il said:

            Ciao Carmelina, si certo ti faccio sapere, allora aspetto la prova delle zucchine..noi le abbiamo assaggiate l’altro ieri erano buonissime..;)

    • cannellaamorefantasia il said:

      Ciao Lucia! Si usiamo la menta nella ricetta delle melanzane grigliate alla siciliana, se ti va vai a leggere la ricetta.. 😉 Un abbraccio!! 🙂

        • cannellaamorefantasia il said:

          Ciao carissima Carmen, se leggi la ricetta alla fine quando hai messo a strati le melanzane con l’aglio, peperonci…metti un pò di aceto e le lasci macerare ancora per qualche ora (3-4 ore) e trascorso il tempo riempi i vasetti con l’olio. Ciao e fammi sapere!! 🙂

  1. Buongiorno! Vorrei provare la ricetta ma nel passaggio: “Una volta riempiti i vasetti fin quasi fino l’orlo capovolgerli per eliminare l’eventuale acqua di vegetazione accumulatasi.Versate un po’ di aceto..” non mi è chiaro: l’eventuale acqua va scolata ma poi QUANTO Aceto? Va poi eliminato prima di riempire i vasetti con l’olio? Se si dopo quanto tempo? Grazie in anticipo della risposta!
    Paola

    • cannellaamorefantasia il said:

      Ciao carissima Paola, purtroppo nelle ricette antiche tramandate non cè mai una dose precisa, comunque come ben sai le melanzane tendono sempre a produrre acqua di vegetazione, io le metto aperte un pò ad asciugare poi faccio il primo strato di melanzane metto gli aromi e continuo con gli strati, quello che consiglio io e di capovolgerle e vedere se c’è dell’acqua di vegetazione prima di aggiungere l’aceto, cioè con le punta delle dita tieni le melanzane e capovolgi il vasetto se cè acqua di vegetazione si toglie altrimenti va benissimo così. L’aceto ne metto una bella spruzzata anche tra strato e strato e le lascio macerare qualche ora prima di aggiungere l’olio evo, in quanto le melanzane sono delle spugne e quindi assorbiranno l’aceto che servirà a mantenerle e a evitare qualsiasi inconveniente nella conservazione. Quando aggiungerai l’olio non avere fretta prima di chiuderle e vedi se ce nè da aggiungere un’altro pò dopo qualche ora di riposo. Spero ti abbiano aiutato le mie spiegazioni dettagliate, in caso sono quì! 🙂 ciaooooo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.