Il Gulash

Il gulasch in ungherese gulyás-leves che significa “zuppa del mandriano” è un piatto tipico appunto della cucina Ungherese.

Il Gulasch è una zuppa che i mandriani cucinavano dentro un grande paiolo messo sopra un fuoco alimentato dalla legna all’aperto quando, ad esempio, trasportavano i pregiati bovini grigi dalle lunga corna,  dalla pianura della Puszta ai mercati di Vienna, Moravia, Venezia.

Questa zuppa/stufato ha come ingredienti fondamentali,la carne bovina, la paprica, il peperone verde, il peperone giallo, le patate e il cumino.

Ci sono diverse varianti con il gulash ma gli ingredienti che non devono mancare mai sono la carne bovina, la paprica, il peperone giallo e verde e il cumino.

Il gulash è un perfetto stufato per il pranzo domenicale o quando si hanno diversi amici a cena e si vuole avere tutto sotto controllo, perchè il gulash secondo me se riposa un paio d’ore e poi si riscalda è ancora più gustoso. 🙂

gulash la giusta

                                                     Il Gulash

Ingredienti:

  • 2 grosse cipolle
  • 1cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di pepe
  • 1 spicchi d’aglio
  • 40 g di strutto
  • 33 cl di birra
  • 1 cucchiaio di estratto di pomodoro
  • 1 l d’acqua
  • 2 foglie di alloro
  • 800 g di carne bovina
  • 400 di patate
  • 1 carota
  • 2 dadi di manzo
  • 1 peperone verde
  • 1 peperone giallo
  • 2 cucchiai di farina
  • 2 cucchiaini di paprica dolce o piccante (io preferisco la piccante ma sono gusti)
  • 1 cucchiaino di semi di cumino

Preparazione:

  • Mettete in un tegame capiente lo strutto insieme alla cipolla, l’aglio e iniziate a rosolare, aggiungete la carne infarinata, rosolate e sfumate infine con la birra.
  • Aggiungete il brodo fatto dal dado di carne, l’estratto di pomodoro, il pepe alloro e il peperone verde, giallo a dadini, le patate e le catote anch’esse tagliate a dadini, ed infine la paprica, il cumino e l’alloro.
  • Coprite e fate cuocere a fuoco medio basso per almeno 2 ore, cioè fino a quando la carne sarà tenerissima.

Buon appetito!! 🙂

 

Precedente Castagnole all'alchermes più leggere Successivo Coniglio al forno sale e rosmarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.