Ciliegie sciroppate sotto spirito

Le ciliegie sciroppate sotto spirito sono una ricetta antica di famiglia creata dalla mia nonna che amava tanto le ciliegie e le avrebbe mangiate come me, tutto l’anno, in questo modo e con questa tecnica lei riusciva in pochi minuti a prepararle e a mantenerle tutto l’anno senza che però diventassero troppo alcoliche. Con le ciliegie sciroppate sotto spirito si guarniscono gelati, torte e dessert.

Ciliegie sciroppate sotto spirito

Ciliegie sottospirito sciroppate 1.1

Ingredienti:

  • 1 kg di cliegie o visciole o amarene
  • 500 g di zucchero
  • 1 bicchiere di alcool 95 gradi (300 ml circa)
  • 1 vaso di vetro capiente sterilizzato

Preparazione:

  • La preparazione è velocissima e semplicissima, per prima cosa sterilizzate il vaso di vetro lavandolo bene e mettendolo nel forno a 100 gradi per circa 20 minuti, nel frattempo che il vaso di vetro si starà sterilizzando procediamo con il lavare, asciugare e togliere il picciolo in modo molto delicato alle ciliegie.
  • Tirate fuori dal forno il barattolo di vetro con dei guantoni da forno e lasciatelo raffreddare, appena freddo metteteci dentro metà dello zucchero, le ciliegie, il resto dello zucchero ed in fine l’alcool.
  • Ciliegie sottospirito sciroppate
  • Agitate un pò il barattolo e mettetelo davanti a una finestra capovolto, quando passate dalla finestra giratelo nuovamente, un pò come una clessidra in modo da fare sciogliere lo zucchero e formare lo sciroppo.
  • Quando lo zucchero si sarà sciolto completamente aprite il barattolo facendo un pò attenzione perchè spesso è un pò sotto pressione dalla reazione alcolica.
  • Ciliegie sottospirito sciroppate 2
  • Le ciliegie si possono assaggiare anche subito ma se si lasciano macerare un pò saranno ancora più buone!

Ciliegie sottospirito sciroppate 1

 

Continua a seguire il mio blog rimanendo aggiornato tramite i Social
CANNELLA AMORE E FANTASIA lo trovi su
FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE+

Precedente Smoothie a colazione salva linea Successivo Brownies al cioccolato e mirtilli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.