Frittelle di pesce stocco piccante

E’ una questione di gusti… I miei, crescendo, sono cambiati.

Ci sono moltissimi cibi che sin da piccola non ho mai voluto assaggiare!!

Uno di questi è il pesce stocco. Il suo odore forte per me, era insopportabile e se l’odore corrispondeva al sapore non l’avrei mai voluto assaggiare.

Così è stato fino a qualche anno fa, e da quando ho iniziato ad apprezzarlo ormai lo mangio in tutte le salse: come antipasto, primo piatto, secondo, contorno e tanto altro…

Il pesce stocco non è altro che merluzzo conservato con tecniche di essiccazione. Il nome deriva dalla traduzione italiana di stock fish: pesce da stoccaggio essiccato su graticci di legno. Questa lunga maturazione all’aria aperta fa sì che lo stocco conservi oltre il 70% della sua acqua. Importato da paesi nordici, come la Norvegia, arriva in Italia dove viene lavorato in maniera esclusivamente artigianale nelle acque che sgorgano dalle sorgenti dell’Aspromonte Calabrese, che possiedono una particolare composizione chimico-fisica risultando ricche di sostanze oligominerali. Queste ultime combinate tra loro, determinano la perfetta maturazione dello “stocco” nella fase di ammollo e ne esaltano il gusto.

Oggi ho preparato il pesce stocco in pastella con un piccolo gusto piccante.

Ingredienti

  • 300 gr di stocco ammollato
  • 50 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di riso
  • 1 cucchiaio di lievito istantaneo
  • 100 cc di acqua fredda
  • un cucchiaio di nduja
  • sale q.b.
  • Prezzemolo q.b.

Mettere a bollire una pentola d’acqua salata.

Immergere lo stocco in acqua calda e farlo bollire per 5 minuti. Scolare lo stocco e ripulirlo dalla pelle e dalle lische. Una volta freddo ed asciutto aggiungere la nduja, il prezzemolo ed amalgamare bene il tutto.

Per la pastella unire gli ingredienti: la farina 00, la farina di riso, un pizzico di sale, il lievito ed infine l’acqua fredda. Mescolare fino a rendere la pastella liscia, aggiungere lo stocco e mescolare. Farlo ora riposare in frigo per 30 min .

Scaldare l’olio di semi e quando avrà raggiunto il calore di circa 170° far scivolare un cucchiaio di impasto nell’olio caldo friggiamo per 3 o 4 minuti, girando le frittelle da entrambi i lati e quando saranno dorate scolarle con una schiumarola e trasferirle su carta assorbente da cucina. Servire calde.

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Sono Emanuela Borello nata e cresciuta a Vibo Valentia. Passione per la cucina tanta. La definizione giusta per il mio Blog : il mio "OM "...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.