Crea sito

Zuppe

Crema di piselli con uova di quaglia

I miei legumi preferiti? I piselli. Da piccola, da grande, da sempre.

Ogni anno in questo periodo viene organizzata a Montegiordano, in provincia di Cosenza, la sagra dei piselli. Una grande festa di paese – che poi è questo il vero spirito delle sagre – che tra mostre, spettacoli di strada e musica dal vivo diventa il perfetto palcoscenico dove assaggiare i prodotti tipici del posto.

‹‹Nel piccolo comune di 1800 abitanti viene coltivato ‘u verdon’ una varietà tradizionale di piselli dell’alto ionio cosentino: della zona di Rocca Imperiale, Montegiordano, Roseto Capo Spulico, Oriolo, Amendolara. Hanno forma piccola e compatta e colore verde scuro (da qui il termine in dialetto) e un peso 7/10 g. Il sapore è dolce e buonissimo da mangiare crudo, viene raccolta in primavera da marzo ad aprile raccolta fatta a mano, è una varietà legata al nostro territorio, alcuni produttori seminano con le sementi riprodotte da loro. Oggi la produzione è molto scarsa e questo prodotto rischia di scomparire: servirebbero interventi di promozione e di tutela››. Arca del Gusto.

Ingredienti

  • 300 g di piselli freschi
  • 500 ml di acqua
  • 1 uovo di quaglia
  • Una cipolla piccola
  • Una patata piccola
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Olio evo aromatizzato al tartufo bianco q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento

Scaldare in una pentola un filo d’olio evo, aggiungere la cipolla tagliata a fettine sottili e la patata grattugiata, lasciare appassire entrambe ed aggiungere i piselli freschi. Salare, versare l’acqua e lasciar cuocere per circa 20 minuti. Trasferire i piselli nel frullatore e poi setacciare la crema ottenuta per avere una consistenza più vellutata e tenerla in caldo. Abbrustolire il pane in padella e mettere da parte. Ungere una padella antiaderente con pochissimo olio aromatizzato al tartufo bianco, ripassandolo con un foglio di carta assorbente sul fondo della padella. Raggiunto il giusto calore cuocere l’uovo di quaglia.

Versare la crema di piselli, sul fondo del piatto, mettere al centro la bruschetta di pane e adagiare delicatamente l’uovo, concludere il piatto con l’olio aromatizzato al tartufo bianco e servire.

 

/ 5
Grazie per aver votato!