Aperitivi

Polpette alla nduja

Ogni nonna ha la propria ricetta delle polpette.

Se poi le polpette sono quelle di pane inevitabilmente ci troviamo davanti ad un classico della cucina povera che solo le nonne di un tempo potevano gestire ed insaporire al meglio, non facendoci mancare gusto e odori di casa.

Aggiungere una generosa quantità di nduja di Spilinga all’impasto è tipico della nonna calabrese, ma è anche la mia alternativa per la preparazione di un finger-food delizioso e piccante da gustare con amici, magari davanti una buona bottiglia di vino.

Semplice, veloce e senza dubbio una ricetta da conservare tra quelle di una cucina di recupero e anti-spreco.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti

·         500 g di pane raffermo

·         150 g di nduja di Spilinga

·         100 g di pecorino grattugiato

·         3 uova intere

·         1 spicchio d’aglio

·         Un ciuffo di prezzemolo

·         Sale

·         500 g di olio per friggere

·         100 g di pan grattato

Strumenti

1 Ciotola
1 Padella

Passaggi

Ammorbidire il pane raffermo in acqua tiepida per un paio d’ore. Strizzarlo e metterlo in una terrina dove aggiungeremo tutti gli altri ingredienti: la nduja, il formaggio, le uova, l’aglio sminuzzato, il prezzemolo sminuzzato, il sale. Formare con l’impasto delle piccole palline, passarle nel pangrattato e friggerle nell’olio caldo ad una temperatura di circa 180°, scolare le polpette in carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e servire calde.

/ 5
Grazie per aver votato!