Crea sito

Struffoli ricetta

Oggi prepariamo i Struffoli, un dolce buonissimo che di solito non manca mai sulla nostra tavola a Natale e carnevale. Si preparano in molte regioni del sud Italia e ognuna di loro li chiama con un diverso nome: Cicerchiata, pignolata, castagnole, purcedduzzi, giggeri, pignolata al miele. I Struffoli sono tra i dolci più famosi della pasticceria napoletana, anche se gli inventori di tanta antica prelibatezza sembra siano stati i greci. Il nome del dolce deriverebbe dalla parola “strongoulus” che significa “arrotondato” ma a parte la loro storia, i Struffoli sono davvero irresistibili.


Tante golose palline che vengono fritte, per essere poi farcite con miele e ricoperte di piccoli confettini colorati e volendo i canditi. I Struffoli richiedono un po’ di tempo per realizzarli ma sono facili da fare. Volendo possono essere preparati anche in anticipo, infatti restano sempre perfetti per diversi giorni, ma vanno glassati con il miele al momento. Questa è la ricetta che preparava mia nonna, lei non metteva zucchero nell’impasto. Una ricetta davvero antica e semplice che in famiglia continuiamo a fare. Se non avete mai preparato questo golosissimo dolce vi consiglio di provarlo.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8 / 10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti struffoli

Impasto

  • 500 gFarina 00
  • 4Uova
  • 1Scorza d’arancia grattugiata
  • 60 gBurro fuso
  • q.b.Olio di semi di arachide (Per la frittura)
  • 1 pizzicosale

Per glassare

  • 300 gmiele millefiori
  • 100 gzucchero a velo
  • 2 cucchiaiacqua
  • q.b.confettini colorati
  • q.b.canditi (“facoltativi”)

Strumenti struffoli

  • Terrina capiente
  • Grattugia
  • Pellicola per alimenti
  • Coltello
  • Padella per friggere
  • Schiumarola
  • Carta assorbente
  • Tegame

Preparazione Struffoli

  1. Iniziate a fondere il burro e lasciatelo intiepidire, servirà per dopo. Nel frattempo dentro una ciotola bella capiente ponete la farina setacciata con la scorza grattugiata dell’arancia.

    Unite le uova, ma iniziate con tre e man mano che lavorate la pasta regolatevi da soli. Impastate gli ingredienti con un cucchiaio di legno, quando vedete che l’impasto inizia ad essere compatto lavorate con le mani. Aggiungere il 4 uovo solo se l’impasto non amalgama.

    La pasta deve risultare senza grumi, omogenea e non appiccicosa. Nella ricetta ho scritto 4 uova, ma ne possono bastare anche 3. Questo per via della grammatura, il peso specifico di ogni uovo; trovo importante questo passo e ognuno dovrà regolarsi al momento dell’impasto.

    Una volta pronto, fatelo riposare a temperatura ambiente avvolto nella carta pellicola per 30 minuti.Trascorso il tempo di riposo, staccate un pezzo di pasta e create un cilindro sulla spianatoia, non fatelo troppo grande.  

  2. Con un coltello tagliate tanti piccoli pezzetti di pasta. Io per dargli una forma più tondeggiante, ho arrotolato con le mani ogni singolo pezzetto di pasta, ma volendo potete evitare questo passaggio.

    Preparate un pentolino con l’olio di arachidi per friggere; sceglietelo non troppo grande e con i bordi alti per una frittura migliore.

    Cuocete poche palline per volta nell’olio bollente, giratele una o due volte. Toglietele con una schiumarola appena diventano dorate.

    Ponetele sulla carta assorbente per togliere l’olio in eccesso, se dovrete friggere tanto mi raccomando di cambiare l’olio per avere un fritto di qualità.

  3. Per glassare i Struffoli

    Prendete un tegame, versate il miele e lo zucchero a velo con i due cucchiai di acqua.

    Fate sciogliere il composto a fuoco basso, una volta sciolto togliete dal fuoco e aggiungete i  struffoli.

    Girate con un cucchiaio di legno per far si che ogni pallina prenda bene il miele, nel frattempo aggiungete qualche confettino colorato.

    Quando sono ancora caldi poneteli sopra un piatto da portata e dategli la forma che più vi piace, si possono fare anche delle monoporzioni.

    Fate questa operazione quando sono ancora caldi, altrimenti il composto di miele solidifica e diventa impossibile continuare. Ultimate la decorazione con i confettini colorati.

    I vostri Struffoli sono pronti per essere serviti..

  4. Spero che questa ricetta vi sia piaciuta… Non mancate alla prossima vi aspetto 🙂

    Amici se vi fa piacere seguitemi, sarete sempre aggiornati con le mie nuove ricette su facebook  twitter  instagram  pinterest   

Conservazione e variazioni sulla ricetta

Se desiderate dei struffoli un po’ più morbidi, basta aggiungere nell’impasto un cucchiaino raso di lievito per dolci, vi posso assicurare che sono buonissimi. Per avere una buona frittura, i Struffoli non devono diventare troppo scuri. Se vi piace potete aggiungere anche della frutta candita. I Struffoli si conservano per vari giorni sotto una campana di vetro o un contenitore per biscotti, ma senza essere glassati. Se preferite evitare il burro, in alternativa potete utilizzare 80 ml di olio di girasole.

Potrebbe interessarti anche la ricetta ORIGLIETTE AL MIELE  tipico dolce sardo.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.