Crea sito

Pane di semola rimacinata

Il Pane di semola rimacinata di grano duro, ha un gusto unico. Fragrante e profumato, soffice dentro e croccante fuori. Necessita di una lievitazione più lunga, ma nulla di impossibile. La semola ha un colore giallo ambrato e una consistenza molto più grossolana, di solito viene utilizzata per la preparazione della pasta e del classico semolino. Per questo motivo ho preferito utilizzare la “Semola rimacinata” che si ottiene macinando ulteriormente la semola. Grazie a questo processo, la grana diventa più fine e si avvicina a quella della farina. Ho impastato il Pane di semola con lievito madre, ma in alternativa si può utilizzare anche il lievito di birra.

Ora mani in pasta e prepariamo insieme il Pane 😉

  • DifficoltàMedio
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo18 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gSemola di grano duro rimacinata
  • 350 mlAcqua
  • 100 gLievito madre rinfrescato
  • 10 gSale
  • q.b.Olio di oliva

Strumenti

  • Planetaria
  • Forno Ariston

Preparazione

  1. Iniziate con il rinfresco della pasta madre, preferibilmente con la semola di grano duro.

    Io rinfresco la mattina, metto a riposare a temperatura ambiente per circa 5 ore, deve aumentare di volume.

    Trascorso il tempo, prendete di nuovo il lievito, scioglietelo in poca acqua. Una volta sciolto, unite la semola rimacinata e la restante acqua. Iniziate ad impastare, potete impastare in planetaria con frusta a gancio a velocità media, ma anche a mano. Infine aggiungete il sale, l’impasto dovrà risultare bello incordato. Fate una palla liscia e adagiatela dentro una terrina unta con un filo di olio di oliva, coprite con carta pellicola o un canovaccio.

  2. Fate riposare per circa 60 minuti, riprendete l’impasto lavoratelo con le mani, fatelo girare e cercate di creare delle pieghe. ponete di nuovo l’impasto coperto a riposare per 50 minuti. Trascorso il tempo fate di nuovo lo stesso procedimento come descritto sopra. Fate riposare il panetto coperto, a temperatura ambiente. Preferibilmente dentro una terrina bella capiente e leggermente unta di olio. Lasciatelo dentro il forno spento fino all’indomani. La mattina quando sarà raddoppiato, riprendete l’impasto e lavoratelo sopra una spianatoia con un po’ di farina, ripiegate l’impasto su se stesso per un paio di volte e pirlatelo. 

  3. Date la forma che desiderate al vostro impasto, può essere rotonda o filone. Trasferitelo sopra una leccarda da forno, infarinata, coprite con un panno, ancora meglio se umido. Fatelo di nuovo lievitare per circa un’oretta, nel frattempo fate scaldare il forno statico a 240°. Ponete nel ripiano più basso, forno una piccola ciotolina colma di acqua, servirà per mantenere una buona umidità in cottura. Trascorso il tempo della lievitazione prima di infornare il pane, con un coltellino fate delle incisioni sulla pasta. 

  4. Infornate  nel ripiano centrale, diminuire la temperatura a 230° e fate cuocere per 15 minuti. Abbassate la temperatura a 180° e continuate la cottura per altri 25 minuti.  Io di solito nei 20 minuti finali di cottura, tolgo la ciotolina di acqua e lascio leggermente aperto lo sportello del forno, basta mettere tra lo sportello e il forno un cucchiaio di legno; serve per simulare la valvola aperta e far si che il pane resti bello asciutto. Una volta pronto, sfornate il vostro Pane di semola e prima di affettare fatelo intiepidire.

    Sentite che profumo! 😉

     

     

  5. Spero che questa ricetta vi sa piaciuta… Non mancate alla prossima vi aspetto 🙂 

    AMICI SE VOLETE SEGUIRMI, SARETE SEMPRE AGGIORNATI SULLE MIE RICETTE.  facebook  twitter  instagram  pinterest

Note

  • Ricordate sempre che la temperatura è diversa da forno a forno, voi attenetevi sempre alle abitudini del vostro. Anche la forma del pane varia la cottura.
  • Se non avete la pasta madre fatta in casa, potete acquistare il lievito madre disidrato (secco). Basta mettere il lievito madre essiccato in una ciotola e aggiungere un po’ di acqua,  mescolare e lasciarlo riposare per alcuni di minuti, poi aggiungerlo all’impasto.
  • Se l’impasto vi sembra troppo molliccio, unite un po’ di semola e regolatevi.
  • Volendo in alternativa potete utilizzare anche il lievito di birra, circa 10 g per 600 g di semola, i tempi di lievitazione sono minori, circa 6 ore.
  • Se desiderate rendere il pane ancora più gustoso, nell’ultima lievitazione potete aggiungere: noci, semi di sesamo, olive, semi vari. Provatelo!
  • Potrebbe interessarti anche PANINI INTEGRALI  O  PANE CON SEMI DI CHIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.