Sciroppo di fiori di sanbuco

Quei bei fiori ad ombrello, bianchi e profumati… Se ci guardiamo attorno in questo periodo non possiamo non notarli. Fine Maggio è il momento ideale per goderne…. e per raccoglierli e farci una bevanda delicata, rinfrescante e sublime! Si può utilizzare semplicemente diluendo un paio di cucchiai di sciroppo di sambuco in un bicchiere d’acqua con ghiaccio, fare dei cocktails con limone è qualche foglia di menta, oppure sopra il gelato alla frutta o un dolce al limone. Allora facciamoci una passeggiata in una giornata di sole e raccogliamone un po’, prendiamo due limoni, lo zucchero e mettiamoci a preparare questa pozione magica di primavera!

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 25fiori di sambuco
  • 1 kgzucchero
  • 2limoni Bio
  • 1 lacqua

Strumenti

  • Grande contenitore di vetro con tappo
  • 1 Bottiglia di vetro o barattoli da 1 litro

Preparazione

  1. In una pentola far sciogliere a fuoco basso lo zucchero nel litro d’acqua.

    Lavare i limoni e tagliarli a fettine sottili.

    Sciacquare i fiori di sambuco, asciugarli delicatamente ed eliminare, con l’aiuto di una forbice, la parte verde.

    In un grande boccione di vetro disporre i fiori a strati alternandoli con le fette di limone fino ad esaurirli entrambi.

    Quando lo sciroppo di acqua e zucchero si è intiepidito, versarlo nel boccione delicatamente, fino a ricoprire l’ultimo strato.

    Chiudere con il coperchio e una volta ben raffreddato metterlo in frigo, dove dovrà rimanere a riposare per tre giorni.

    Passati i tre giorni, filtrare lo sciroppo di sambuco con un colino e imbottigliare con l’aiuto di un imbuto.

Conservazione

la bottiglia di sciroppo va tenuta in frigo, e una volta aperta è meglio consumarla in una o due settimane.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!