Professione Food Blogger: come e perchè aprire un blog di cucina?

professione food blogger

E’ una vera e propria marea quella dei “Food Blogger“, o forse farei meglio a dire “delle”, visto che la stragrande maggioranza sono appunto ragazze e donne che stanno cercando di conciliare la loro vita quotidiana con la passione della cucina. La maggior parte con pura passione e voglia di comunicare, altre anche per cercare magari un piccolo rientro economico.  Non che dei “cuochi” non vi sia traccia, ma è innegabile che la proporzione è davvero a vantaggio dei blog in rosa.

Seppur indaffaratissime però questo esercito dei fornelli al femminile sta facendo un lavoro incredibile online, sfornando (è proprio il caso di dirlo) un’infinità di ricette vecchie e nuove, artistiche e classiche, gourmet o popolari. Di certo, buone.

Come si diventa un “Food Blogger”?

Diciamo che per essere un “Food Blogger” prima di tutto, naturalmente, dovremmo avere un blog di cucina. Il popolo dei blogger in questo caso è quanto mai variegato, comprendendo sia appassionati esperti delle dinamiche online, sia completi novizi abituati più ai fornelli che ai bit. Per questo quando si vuole iniziare a pubblicare qualcosa, la scelta più comune (e anche più consigliata) è quella di affidarsi a una piattaforma già esistente come appunto questa di Giallo Zafferano.

In questo modo non solo sarete subito proiettati in un’ambiente già confortevole e precostituito, con un “template” (la struttura grafica del sito) già pronto e tutti gli optional possibili facilmente attivabili con qualche click. Inoltre avrete fin da subito un bacino di utenza decisamente più ampio (non a caso è il sito di settore più visitato) e un’assistenza continua che vi guiderà passo passo.

  • Creare un Blog su Giallo Zafferano
  • Scegliere il “Template” (il tema grafico del proprio blog). Non preoccupatevi troppo, sarà sempre possibile cambiarlo in seguito. L’importante è che se cominciate sia semplice e adatto alle vostre esigenze.
  • Preparare le vostre ricette e raccontarle in un articolo sul Blog.
  • Pubblicate.

Ecco, da quel momento sarete ufficialmente dei “Food Blogger”: Ma la strada, come ben immaginate, è appena iniziata. Uno degli aspetti fondamentali ovviamente, è portare gente a leggere le nostre ricette e i nostri articoli. Per fare questo una delle strade migliori sono sicuramente i social network. Il discorso è ampio e l’affronteremo in seguito. Prima però di passare oltre (sono tantissimi gli argomenti, dai social alla fotografia, dalla gestione della propria immagine all’ottimizzazione del nostro blog tramite il SEO) conviene perdere un secondo per farci una domanda che reputo fondamentale.

Perchè vogliamo aprire un Blog di Cucina?

Sembra banale, ma forse è la domanda principale che dobbiamo porci prima di proseguire. Perchè un punto è abbastanza sicuro: creare un blog che funzioni è dannatamente dispendioso in termini di tempo e impegno. Meglio quindi farsi chiarezza fin da subito, stabilendo cosa vogliamo farne di questo spazio.

Quanto tempo abbiamo intenzione di dedicare alla produzione di articoli?  Come abbiamo detto, portare avanti un Blog richiede tempo. Valutiamo bene quanto riusciremo a dedicargli e magari anche se non riusciamo ad avere pubblicazioni costanti giornaliere, cerchiamo di organizzarci un piccolo ritaglio di tempo il più assiduamente possibile. Costruire il proprio pubblico è un impegno lungo e faticoso, ma perderlo è un attimo. Meglio quindi piccoli messaggi di “vita” spesso, che periodi frenetici alternati da vuoti lunghissimi.

Che cosa ci aspettiamo di ottenere? Lo dico chiaramente, se state aprendo un blog SOLO per avere un ritorno economico, forse non è la strada giusta. Non che non sia possibile guadagnare qualcosa, ma questo arriverà solo dopo un periodo mediamente lungo di lavoro e di sviluppo. Molto meglio cominciare l’avventura in maniera più semplice, per il puro desiderio di comunicare o di mettere nero su bianco le nostre opere in cucina. Nonchè magari per conoscere altri appassionati blogger e scambiarsi idee, opinioni e ricette (che poi è la base anche per creare il proprio pubblico).

Quali ricette devo pubblicare? Ci sono due possibilità quando decidiamo di aprire un nostro blog. C’è chi, come detto sopra, continua semplicemente a coltivare la sua passione pubblicando di volta in volta quello che propone in cucina. Per poi magari solo in seguito affinarsi su un particolare argomento. Oppure c’è chi già in partenza ha un argomento specifico da sviluppare, frutto sia di una personale predisposizione, sia magari perchè tema particolarmente “trend” al momento (vedi le ricette Vegan o Senza Glutine che stanno avendo molta richiesta). La strada migliore è sempre quella che vi sentite più vicino. Una cosa che è abbastanza chiara è che non è facile “fingere” qualcosa di diverso da quello che siamo.

E’ necessario avere un profilo social? Si. Non c’è molto da dire al momento, ne parlerò molto in seguito visto che è argomento importante per qualunque blogger. Ma di certo non si può prescindere dall’avere anche un comparto social per il nostro blog. Quindi via libera alla “Fanpage” su facebook (apritene una con il nome scelto per il vostro blog e gestitela dal vostro profilo privato) e se volete anche un profilo su Twitter che per i Food Blogger è terra di conquista abbastanza utilizzata.

Ed è solo l’inizio dell’avventura. Faticosa, ma anche tanto divertente.

Precedente Proprietà e benefici dell'anguria Successivo Polpo al sugo di vino e pomodoro