Glossario in cucina: cosa significa mantecare?

cosa significa mantecare

Mantecare, chissà quante volte in cucina lo abbiamo fatto. Eppure mi capita spesso di utilizzare termini come questo nelle mie ricette e sentirmi chiedere del loro significato. Lo dico subito, si può benissimo fare ottimi piatti pur senza sapere alcune nomenclature particolari, ma devo anche aggiungere che conoscere i giusti termini ci permette non solo di comprendere al meglio le spiegazioni e le ricette che leggiamo, ma anche (se serve) di comunicarle al meglio a chi ci ascolta (e poi assaggia).

Glossario in cucina: cosa significa mantecare?

In verità il termine “mantecare” è talmente usato che spesso lo si associa anche al semplice “mescolare” o più in generale, per amalgamare ingredienti diversi ottenendo una consistenza cremosa.

Ancora più spesso, lo sentiremo usare in riferimento ad un buon risotto (ma anche altri tipi di pasta): in questo caso la “mantecatura” è una vera e propria tecnica specifica, che si fa aggiungendo un elemento grasso (burro, olio o formaggio) nella ultima fase di cottura del riso (solitamente fuori dai fuochi) andando a mescolare bene gli ingredienti proprio per ottenere la giusta consistenza.

Ma di mantecatura si parla anche in ambito di gelateria: quando mescolando il composto a freddo, si ottiene appunto l’effetto di incorporare aria rendendo il tutto più voluminoso e cremoso.

 

 

Precedente Scampi con patate croccanti e salsa di carciofi Successivo Gamberi con maionese al curry e verdure