Come scegliere una buona anguria?

come scegliere una buona anguria

E’ estate, avete sete e voglia di qualcosa di fresco. Per fortuna ci sono le angurie che oltre a dissetarci fanno anche bene al nostro organismo! Ma quante volte ci è capitato di tornare a casa tutti contenti con la nostra anguria e poi quando l’apriamo rimanere delusi dall’aspetto e dal sapore?

Sapete come scegliere una buona anguria?

Vediamo alcuni consigli utili per cercare sempre di avere un’anguria matura e saporita sulla nostra tavola 😉

COME SCEGLIERE UNA BUONA ANGURIA?

  • IL SUONO “A VUOTO” – Una delle cose che vediamo fare più spesso quando si cerca di scegliere una buona anguria è picchiettare con un dito o con le nocche sulla buccia. E’ vero che in molti non hanno la minima idea di che suono serva poi per la scelta, ma in verità questo è un buon modo per fare una prima scrematura. Il suono risultante deve essere pieno, sordo, come a vuoto. Se invece è più fievole e sonoro, allora l’anguria è ancora un po’ acerba.
  • OSSERVARE IL “PICCIOLO” – Altra cosa da stare attenti è osservare bene il “picciolo” dell’anguria. Non deve essere assolutamente “secco”, anzi in alcuni casi se vediamo che è umido o bagnato (di succo interno) è un ottimo segnale del fatto che il frutto sia maturo e dolce.
  • IL COLORE DELLA BUCCIA – La presenza di strisce o chiazze giallastre sulla buccia, è spesso un perfetto segnale che il frutto è buono e maturo, pronto per essere gustato. Soprattutto nel punto in cui il frutto era posato a terra, facciamo attenzione che sia di un bel giallo crema (se è verde o biancastro, significa che è stato raccolto troppo presto).
  • GRATTARE LA BUCCIA CON LE UNGHIE – Ovviamente non possiamo farlo se siamo in un supermercato, ma nei casi in cui ci sarà possibile raschiare con un unghia la buccia dell’anguria, potremo allora verificare che il colore sotto sia di un bel verdastro. In quel caso l’anguria sarà buona e matura.
  • PESARLA CON LE MANI – Pesare l’anguria può essere molto indicativo, quelle più mature infatti contengono anche più acqua al loro interno, risultando quindi più pesanti (quindi tra due angurie di dimensioni uguali o simili, ovviamente la più matura dovrebbe essere quella più pesante).
  • VERIFICARE INTEGRITA’ DEL FRUTTO – Sembra una cosa scontata, ma in ogni caso prima di tutto date sempre un occhio al fatto che non ci siano tagli, ammaccature, che la buccia sia compatta. Non sapremo se è dolce, ma almeno come prima cosa sapremo che è integro. Anche perchè la presenza di ammaccature o protuberanze, potrebbe spesso significare che ha ricevuto quantità irregolari di acqua o di sole durante la maturazione.
  • BUCCIA OPACA – Oltre al colore verde scuro, una buona anguria dovrebbe presentare una buccia abbastanza opaca. Se invece è lucida, potrebbe significare che è ancora un po’ acerbo.

 

 

Precedente Melanzane Fritte Successivo Melanzane ripiene al forno