Proprietà e benefici dell’anguria

anguria proprietà benefici

E’ tempo di estate! E quando si parla della stagione più calda dell’anno, non si può che parlare anche di Anguria. E’ l’alimento principe di questi mesi e non solo perchè ci disseta più di qualunque altra cosa, ma anche perchè è ricco di proprietà nutritive molto utili al nostro organismo.

Composizione, proprietà e benefici dell’anguria

Oltre il 90% dell’anguria è composto da acqua, ecco perchè sazia la nostra sete nelle calde giornate estive. Senza contare il restante 10% che è composto da vari zuccheri, vitamine, proteine e minerali che oltre a dissetarci, danno quel pizzico di energia che serve anche grazie alla VitaminaB6 contenuta.

Ma l’anguria ha anche altre proprietà benefiche grazie ad alcuni suoi elementi come la Citrulina, che aiuta a prevenire le malattie cardiache e l’ipertensione, riducendo il colesterolo nel sangue.

Il suo contenuto di vitamina A e beta-carotene, può dare beneficio ai nostri tessuti mantenendoli più elastici oltre che ben integrati di liquidi.  Facile anche immaginare le proprietà diuretiche di questo frutto incredibile, oltre a dissetarci infatti, aiuta la depurazione del nostro organismo e ci integra di sali minerali.

Infine i suoi semi (e in parte anche la sua polpa) hanno proprietà lassative, per cui potrebbe aiutare molto chi ha problemi di stitichezza, mentre magari un pizzico di attenzione in più sulle quantità per chi ha problemi di intestino “facile”.

Calorie dell’anguria

Tutti questi benefici dell’anguria avranno qualche controindicazione? Di certo non quella di farci ingrassare, visto che questo frutto è completamente privo di grassi e assolutamente ipo calorico.

L’anguria ha infatti circa da 20 a 30 calorie ogni 100 grammi di polpa fresca.

Conservare l’anguria in frigorifero

Uno dei (pochi) problemi dell’anguria, è la sua conservazione una volta aperta. La sua polpa infatti, matura molto velocemente e in quel caso potrebbe dare qualche problema intestinale.

Uno dei problemi che vediamo spesso accadere, è quando la parte esterna della fetta prende quel classico cattivo odore e un sapore aspro. Per evitare il più possibile questo, dobbiamo mettere le fette avanzate nella parte più alta del frigo e coprirle bene con della pellicola (utile anche per non fare assorbire altri odori degli alimenti presenti).

 

 

 

 

 

Precedente Sautè di vongole in zuppa di cipolle e mele golden Successivo Professione Food Blogger: come e perchè aprire un blog di cucina?