Crea sito

Sfrappole o chiacchere di carnevale

Arriva il carnevale e con lui le sfrappole (o chiacchere)…
Condivido con voi una ricetta che ha decenni di tradizione nella mia famiglia.
Noi le friggiamo nello strutto: potete “osare” con l’olio di semi…ma non saranno mai cosi buone!
Se proprio siete light anche al forno, ma cosa volete che vi dica?!? Le sfrappole vanno fritte!!!!

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per un cabaret medio

  • 300 gfarina 00 (debole)
  • 45 gzucchero
  • 25 gburro
  • 2uova
  • 25 gVecchia Romagna (o brandy o vino bianco)
  • 500 gstrutto (per friggere)
  • q.b.zucchero a velo

Preparazione

  1. Sciogliere il burro.

    Impastare in planetaria con il gancio (o a mano), la farina con il burro sciolto, le uova, lo zucchero e la vecchia Romagna.

    Il liquore è essenziale, perché la parte alcolica le fa diventare croccanti e piene di bolle.

    Impastare bene: avrà la stessa consistenza della pasta fatta in casa. Fate riposare un’ora avvolta da pellicola.

    Stendere delle sfoglie sottili aiutandosi con un po’ di farina: potete usare il matterello o la macchinetta per la pasta (ultimo buco)… deve essere molto sottile. Passate la pasta più volte nella macchinetta, ripiegando ogni volta e partendo prima dallo spessore maggiore e via via potete ridurre lo spessore: questo vi permetterà di ottenere ancora più bollicine in frittura.

  2. Tagliarle a losanghe con la rotella, della forma che preferite. Io ho fatto dei rettangoli con un taglio in mezzo. Potete anche fare dei nodi, dei fiocchi…

    Friggerle in abbondante strutto girandole a metà cottura. Ci vorranno pochi secondi per lato: attenzione a non farle scurire troppo altrimenti avranno un retrogusto poco piacevole.

    Se usate l’olio attenzione alla temperatura: max 160-170 gradi.

  3. Scolarle su carta assorbente e metterle nel vostro piatto da portata spolverizzate con zucchero a velo.

    Si conservano anche una settimana in un sacchetto di carta.

/ 5
Grazie per aver votato!